25112017Headline:

Gigli l’eretico: “Dovete votare Zingaretti”

Nando Gigli

Nando Gigli

Appuntamento al “Solito posto”, ristorante alla moda di La Quercia. Presenti una trentina di persone, tutte rigorosamente scudocrociate. A capotavola il leader indiscusso dei Dc viterbesi di sempre, al secolo Nando Gigli. Tema della convention: a chi dare il voto alle prossime politiche e regionali del 24 e 25 febbraio.
Sicché mentre a Roma Pierferdinando Casini lancia bordate contro Bersani e Berlusconi nel tentativo di alzare le quotazioni del premier Mario Monti, nella Tuscia è nato il gruppo degli eretici, capeggiato proprio da babbo Nando, deciso a sostenere la candidatura di Nicola Zingaretti, leader della coalizione di centrosinistra. Non è dato sapere, vista l’informalità della riunione mangereccia, quanto l’appello di Gigli sia stato raccolto dai commensali. E’ certo comunque che l’assessore provinciale Andrea Danti, l’ex segretario provinciale del partito Alessandro Romoli e il consigliere comunale Maurizio Tofani abbiano subito risposto “obbedisco”. Gli altri si sono presi un po’ di tempo per riflettere, anche se Goffredo Taborri ha già fatto sapere che voterà Fli (dove corre Claudio Taglia) e Giulio Lucidi ha in lista Carlo Graziani, presidente della Viterbese, con cui ha anche un legame di parentela.
Comunque sia, sembra che Gigli abbia toccato tutte le corde possibili e immaginabili per convincere i suoi, giacché in questo modo – visto il patto d’acciaio stretto con Fioroni e Sposetti in tempi non sospetti (ricordate la ricerca spasmodica del candidato illuminato per palazzo dei Priori, poi terminata con la scelta di Leonardo Michelini?) – il grande vecchio della politica viterbese, pur rimanendo dietro le quinte, avrebbe comunque la possibilità di gestire le cose regionali (sembra che i destini dell’Ater gli stiano particolarmente a cuore) e dire la sua anche su palazzo dei Priori, dove avrebbe in animo di presentare una lista civica.
E l’Udc ufficiale? Per ora sta a guardare, anche se il commissario Nedo Poli sarebbe stato informato in tempo reale degli eventi. Certo è che il partito viterbese è sempre più diviso in due tronconi. E se Gigli e i suoi amici hanno deciso di buttarsi a sinistra, cosa faranno gli altri, ovverosia quelli capitanati da Giammaria Santucci? Ah, saperlo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da