21112017Headline:

Marini: “Zucchi va dove lo porta la sanità”

zucchi

Sandro Zucchi

C’è rimasto male. Molto. E il giorno dopo l’improvviso addio di Sandro Zucchi all’assessorato e al Pdl, il Bandolero, più che stanco, è deluso e arrabbiato. “Mi ha sorpreso soprattutto il metodo. Una lettera di poche righe fattami pervenire giovedì pomeriggio, senza alcun preavviso. Senza una telefonata, senza un colloquio. Sono sincero: non me l’aspettavo. E non credo che le vere motivazioni siano quelle esternate in quelle poche righe”.

Giulio Marini, sindaco a fine mandato col problema di dover ricompattare le sue truppe in vista delle prossime scadenze elettorali, tenta un’analisi obiettiva dell’evento. “Zucchi denuncia la mancanza di risorse? Ma non lo sa qual è la situazione in tutti i Comuni d’Italia? Lo sa che il momento che stiamo attraversando è uno dei più difficili dal dopoguerra? E poi, l’attività dei servizi sociali è tutt’altro che carente, nonostante le difficoltà. Zucchi dovrebbe spiegarmi come mai Daniele Sabatini, che lo ha preceduto fino a tre mesi fa,  ha ricevuto elogi da più parti per la sua attività. E la situazione, da tre mesi a questa parte, non è cambiata. No, le motivazioni vere non sono queste”.

Già, e allora quali sono? “Solo ed esclusivamente politiche. Ho sentito parlare di accordi più o meno sotterranei con Fioroni. Staremo a vedere. Del resto è notorio che chi opera nella Asl è sottoposto  più di altri a pulsioni elettorali. Lui ha fatto capire di voler appoggiare Enrico Panunzi alle regionali. Insomma, il cuore di Zucchi va dove lo porta la gestione della sanità”.

Marini comunque, non mostra eccessive preoccupazioni, anche se ieri il gruppo mdi Alleanza per Viterbo, capeggiato da Antonio Fracassini, ha fatto sapere di voler transitare in Fratelli d’Italia. Il centrodestra viterbese, per lui, rimane in salute. “La situazione del partito dice – l’abbiamo vista domenica scorsa, quando è venuto Angelino Alfano. Si, è vero c’è stato un po’ di spezzettamento, come del resto è avvenuto a livello nazionale. Ma la Destra, Fratelli d’Italia e Pdl insieme sono ancora in grado di dire la loro. A Viterbo oggi abbiamo quello che avevamo prima. E io sono ottimista, sia per le regionali che per le politiche”. Vabbé, e per le comunali? “Per le comunali è ancora presto. Troppo presto”.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da