20092017Headline:

Nel Pd, dopo il lunedì nero, animi risollevati

???????????????????????????????Il Pd cicatrizza le ferite delle politiche coi risultati delle regionali. Ieri nel quartier generale piddino il clima era più rilassato di ieri. “E’ prematuro, visto che i dati definitivi ancora non ci sono. Ma abbiamo ribaltato il dato delle politiche”, dice all’ora di cena Enrico Panunzi, candidato al consiglio regionale.

Con l’avanzare delle ore, gli animi si rasserenano nella sede del Pd. La speranza è di avere una maggioranza che permetta di gestire la Regione senza lo spettro dell’ingovernabilità che si è concretizzato al Parlamento. E soprattutto si spera di avere Panunzi alla Pisana. Se infatti l’elezione di Riccardo Valentini è sicura in caso di vittoria di Nicola Zingaretti, essendo inserito nel listino del presidente, Panunzi e Daniela Boltrini si sono contesi le preferenza. Ieri alle 20 i dati dimostravano che non c’era partita: l’ex sindaco di Canepina a quota 3.655 contro 360 della veterinaria di Caprarola.

I risultati per il Pd sono migliori in molti seggi rispetto a quelli di ieri. A San Martino al Cimino per la prima volta nella storia il centrosinistra vince con 577 voti, il Pdl fermo a 504 e Grillo a 489. Ribaltati i risultati pure in altri comuni (Canepina in primis) e persino in alcune sezioni di Viterbo è il Pd a vincere. “Stiamo andando bene”, tira il fiato Andrea Egidi. “Arrivano molte sezioni del capoluogo: c’è un’inversione di tendenza rispetto al dato di ieri, ad ora siamo il primo partito. Il Movimento5Stelle si è ridimensionato, abbiamo recuperato molto terreno. Significa che i dati di ieri sono da leggere in ottica nazionale, dovuti al sentimento di disagio che non abbiamo compreso fino in fondo anche se abbiamo cercato di dare un segnale di cambiamento”.

In ogni caso, in assoluto le preferenze risultano poche. Sintomo che molti hanno preferito solo barrare il simbolo senza rischiare errori. In ogni caso, per sapere se Panunzi siederà in Regione bisognerà aspettare lo scrutinio completo. “Siamo partiti con qualche preoccupazione ma – spiega il candidato – è passato il messaggio di rappresentanza del territorio. Stiamo viaggiando bene, in attesa dei dati definitivi. Sembrerebbe che ce la faccio, ma aspettiamo”. Ieri alla sede Pd c’era anche Alessandro Mazzoli, neodeputato, ed è passata per un saluto pure Alessandra Terrosi, anche lei eletta membro di Montecitorio, di ritorno dal Roma dove ieri ha ricominciato a lavorare. Valentini si è fermato fino a metà pomeriggio, poi ha raggiunto la capitale per aspettare la fine dello spoglio nel quartier generale di Zingaretti.

A tarda sera gongola il segretario cittadino del partito Alvaro Ricci: “I cittadini viterbesi- dice – hanno bocciato la politica delle favole berlusconiane, ma anche quelle dei tagli senza equità e prospettive di crescita. Il Pd viterbese dimostra di aver proposto candidati credibili e rappresentativi del territorio. Ne è dimostrazione il dato sulla città di Viterbo”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

345   Commenti

  1. Marco scrive:

    Ma notizie e commenti del candidato dell’assessore ai lavori Pubblici della provincia? non sai nulla?

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da