20112017Headline:

La domenica del villaggio

Federico Viviani

Federico Viviani

Ore 8.30, rassegna stampa. Risolto il mistero sulla bara del presidente venezuelano Chavez. In realtà non era vuota, ma conteneva il cadavere della Viterbese.

 Ore 11. Spiacevole malinteso l’altra sera per Rocco Siffredi, ospite di una discoteca del capoluogo. E’ stato avvicinato da un direttore sportivo che cercava un “centravanti di sfondamento” per la sua squadra.

 Ore 13. Tarquinia in festa per la medaglia d’oro vinta da Anastasia Anastasio ai campionati europei di tiro con l’arco (ne abbiamo parlato anche la settimana scorsa). L’argento se lo è aggiudicato Robin Hood, solo terzo Guglielmo Tell.

 Ore 14. Finalmente svelato il contenuto dello striscione offensivo esposto dai tifosi del Tuscania a Ronciglione, per la gara di Prima categoria di domenica scorsa. C’era scritto “Mengoni intonato”.

 Ore 15. La Viterbese resta senza una guida societaria. La carica di presidente sarebbe stata offerta anche al sindaco Marini. Che avrebbe risposto: “Io presidente? Ma come, non lo sono già?”.

 Ore 16. Nuove tecniche di tortura nel carcere di Guantanamo: i prigionieri sono costretti a guardare il video di Leonardo Bonucci che balla l’Harlem shake mascherato da boy scout. Polemiche.

 Ore 16.01. Piccata la replica dell’associazione italiana boy scout: “Bonucci è più convincente così di quando si traveste da giocatore di serie A”.

 Ore 16.20. Dopo le tre vittorie consecutive della Flaminia avanza una nuova, prepotente candidatura in conclave: Papa Lillo primo.

 Ore 17. Rugby, Sei Nazioni. Si comunica che la rosa stampata sulla maglia dell’Inghilterra – che ieri ha battuto a fatica l’Italia – non è un omaggio alla Macchina di Santa Rosa (Saint Rosa’s Machine? Saint Rosa Car?).

 Ore 18. Accorata autodifesa radiofonica dell’ex presidente della Viterbese Carlo Graziani. Ha detto che lui non sapeva niente dei debiti, che non è colpa sua e che quel giorno di novembre del 1963 lui a Dallas non c’era.

 La stella della settimana. Federico Viviani, ad una settimana dal suo 21esimo compleanno, è tornato pienamente in forma dopo il grave infortunio e l’operazione subita nei mesi scorsi, Il centrocampista di Grotte di Castro ha ripreso in mano le redini del gioco del Padova ed è pronto a tornare alla casa madre Roma. Daje.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da