22042018Headline:

La scuola edile ricorda Alberto Ciorba

Alberto Ciorba

Alberto Ciorba

La Scuola edile ricorda oggi pomeriggio Alberto Ciorba, uno dei suoi fondatori, nonché presidente onorario, scomparso poco più di un anno fa. Per oltre 10 anni della Scuola ne fu il presidente effettivo. Un incarico esercitato con passione, competenza, equilibrio , in cui riversò non solo le doti di concretezza e lungimiranza dell’imprenditore edile, ma in particolare il vero e proprio amore per l’arte muraria, quella sapienza del costruire e ricostruire secondo una tradizione forte . Non mancava di manifestare con la consueta vivacità  curiosità e interesse perché questo mestiere antico fosse capace di confrontarsi con l’attualità, per il ruolo decisivo ed insostituibile che la formazione era chiamata a svolgere per garantire insieme continuità e rinnovamento.

Ciorba ha voluto bene sempre alla Scuola Edile,  avviando e accompagnando  il suo rinnovarsi; ha avuto modo di vedere l’allestimento della nostra nuova sede , compiacersi  ed interessarsi dei miglioramenti. Per questo l’ente ha quindi pensato che il salone delle riunioni della nuova sede , dove si ospitano quotidianamente  eventi formativi e che accoglie anche tanti momenti di confronto  e di incontro, fosse intitolato al suo ricordo.

Per condividere con i suoi familiari , coi tanti amici e le persone del mondo che l’hanno conosciuto, questo gesto, è prevista una breve cerimonia , alla quale parteciperanno il sindaco Giulio Marini, il presidente di Unindustria Domenico Merlani ,  oggi pomeriggio alle ore 17, presso la sede in via Alessandro Volta 37 . L’appuntamento è aperto a quanti vorranno intervenire.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da