23112017Headline:

“Servono più analisi e meno polemiche”

Marcello Meroi

Marcello Meroi

Se Giulio Marini dice che “tutto sommato poteva anche andare peggio”, Marcello Meroi va un passo oltre. E chiede una reazione immediata all’esito del voto (quello delle politiche e delle regionali). Reazione secondo il presidente della Provincia e uno dei membri anziani (per militanza) del  centrodestra viterbese, vuol dire due cose: “Un’analisi profonda e un cambiamento di certi atteggiamenti interni al Pdl”. Partiamo da qui, allora.

“Sono d’accordo con Marini quando dice che ci aspettavamo di peggio dall’esito del voto, ma prima di tutto bisogna ammettere che non è andata comunque bene, a livello nazionale e soprattutto a livello locale. Perché perdere il 20 per cento dei voti vuol dire appunto non essere andati bene. Questo è un dato che va preso e analizzato, invece di quei discorsi su qual è o qual è diventato il primo partito della Tuscia: io non credo tanto alla storia del primato dei singoli partiti, perché oggi con questo sistema elettorale conta più il dato di coalizione. Il secondo fattore da considerare sono le cause per le quali circa il 25 per cento degli elettori, molti dei quali giovani, abbiano scelto il Movimento cinque stelle: perché? Se non partiamo da questa doppia analisi, il nostro risultato e il risultato degli altri, non andiamo da nessuna parte”.

Poi, sugli scenari futuri e su quelli appena passati: “A livello nazionale non credo ad un governo di larghe intese, alle ammucchiate, penso piuttosto che il partito che ha ottenuto la maggioranza relativa, cioè il Pd, debba prendersi la responsabilità di formare un governo, o almeno di provarci. Per quanto riguarda invece l’esito delle regionali, è vero, come ha detto Storace, che il risultato del centrodestra è stato penalizzato dallo scandalo Fiorito, ma è anche vero che negli ultimi tempi la giunta Polverini non stava lavorando bene: penso alla sanità, ai rifiuti, alla diminuzione dei finanziamenti: questo la gente lo ha avvertito anche nella Tuscia, e ha influito nello spostamento di consensi sul centrosinistra”. Come dire: cronaca di una sconfitta annunciata e in fondo anche comprensibile.

Ma Meroi si concentra sulle ricette per tornare a vincere il prima possibile. E chiede azione più rapidità, perché appena ad aprile si voterà per il sindaco del capoluogo (e altri in provincia) e perché non si può escludere – anzi – un’altra  chiamata alle urne per le politiche a stretto giro di posta: “Sono per un centro destra compatto e unito, animato dal desiderio di fare bene, di non favorire un ritorno del centro sinistra, aperto anche al dialogo e al rispetto nei confronti di un soggetto nuovo come quello dei Cinque stelle. Ecco, il buon risultato di Fratelli d’Italia lo interpreto come un segnale sulla via della coesione, di un centro destra federato”. Eppure, a leggere i giornali, nel Pdl continuano ad alimentarsi sacche polemiche. Come certi attacchi di Laura Allegrini proprio nei confronti di Meroi: “Ripeto il mio concetto: facciamo più analisi e meno polemiche, specie quando sono sciocche. Se non è bastato questo risultato a farcelo capire non so cosa servirà… Basta coi personalismi, ritroviamo serietà e coesione”. Con una chiosa significativa del livello di guardia ormai raggiunto dal presidente: “Confermo di essere stanco, confermo anche che questa sarà la mia ultima esperienza: ho avuto la fortuna di ricoprire tanti ruoli, da sindaco a deputato fino a capo dell’amministrazione provinciale, ma sempre rigorosamente passando per le elezioni, prendendo i voti. E questo impegno sarà l’ultimo”. Ogni pazienza ha il suo limite, come diceva Totò.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da