16122017Headline:

Un Centro che di democratico ha ben poco

merloPremesso che il Partito democratico è finora l’unico schieramento in Italia che per scegliere i propri candidati, sia alla guida del partito che alle cariche istituzionali, da qualche anno ha deciso di affidarsi alle elezioni primarie, mentre tutti gli altri continuano a nominarli dopo riunioni più o meno segrete e riservate, rigorosamente celebrate nelle consuete stanze dei bottoni.

Premesso pure che proprio questo meccanismo consente alle varie anime del centrosinistra di proporre candidati diversi per caratura, personalità e modo di vedere le cose; i quali, al di là delle sponsorizzazioni di cui si dibatte sui media più o meno interessati (perché a loro volta sponsorizzatori) hanno comunque bisogno di ottenere un certo numero di firme di sostenitori per potersi presentare ai nastri di partenza e poi di un certo numero di voti per poter arrivare al traguardo, possibilmente come vincitori.

Premesso altresì che questo sistema, seppur imperfetto e con svariate magagne, è oggi l’unico che propone una forma di democrazia diretta, in quanto delega alla base la scelta di chi far correre nel proprio schieramento per arrivare a ricoprire una carica istituzionale.

Premesso inoltre che, proprio grazie a questo sistema, ognuno può proporre il candidato che più gli aggrada, a patto che sia in grado di coagulare il consenso attorno al medesimo, nella speranza che il proprio favorito risulti vincitore sui concorrenti.

Premesso tutto ciò, appare un’enorme castroneria politica e tecnica la lettera con cui quelli del Centro democratico viterbese hanno deciso di uscire dall’alleanza di centrosinistra perché non gradiscono la candidatura di Leonardo Michelini. Il quale, anche se sponsorizzato da Gigli, Fioroni, Sposetti (e forse anche dalla buon’anima di Attilio Jozzelli), ha comunque raccolto oltre 800 firme di gente che – al di là delle chiacchiere – evidentemente crede in lui e nel suo progetto.

Reiterando la riflessione, secondo cui forse anche il Centro democratico – così pensandola – avrebbe fatto bene a questo punto a presentare anche un suo candidato, rimane l’impressione tutta “renziana” che i centristi abbiano deciso di uscire dal campo portandosi via il pallone perché non gradivano l’avversario. Dimostrando tra l’altro che di democratico hanno sì il nome, ma null’altro.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da