22112017Headline:

Arsenico, verso la miscelazione delle acque

Riccardo Valentini

Riccardo Valentini

Si proceda spediti con l’installazione dei dearsenificatori. Ma solo come misura tampone. La soluzione per risolvere il problema dell’arsenico nel Viterbese sta altrove, ovvero nella miscelazione della acque. Un cambio di passo non indifferente nella strategia regionale impostata dalla nuova giunta Zingaretti per affrontare quell’emergenza annunciata che da gennaio ha lasciato senza acqua potabile circa 200mila viterbesi. E’ quanto emerso dalla riunione di lunedì sera indetta in Regione col presidente e i rappresentanti della Tuscia alla Pisana, ovvero Enrico Panunzi, presidente della Commissione Ambiente della Regione Lazio, e Riccardo Valentini, capogruppo consiliare di Lista per il Lazio. Riunione durante la quale Zingaretti ha telefonato al ministro della Salute Renato Balduzzi per aggiornarlo sulle decisioni prese.

“Entro fine giugno – spiega Valentini – verranno ultimati i 38 impianti cosiddetti di prima fase, ovvero quelli dove la concentrazione di arsenico supera i 20 microgrammi per litro. Per la seconda fase, si terminerà tutto entro dicembre 2014. Vedremo, comunque, se possiamo operare per rendere la procedura più veloce”. Questo per arginare l’emergenza. “Ma abbiamo fatto notare a Zingaretti – continua il consigliere regionale – che il problema va risolto alla radice, in modo integrato, e al fine di utilizzare l’acquedotto del Peschiera e il lago di Bolsena per miscelare le acque e mettere in piedi un sistema idrico alternativo a quello dei pozzi che sono una pratica arretrata”.

Lo scopo della proposta accolta da Zingaretti è ricollegare gli acquedotti esistenti per dare una risposta definitiva alle future generazioni. “Ho anche proposto – prosegue – di intensificare il monitoraggio con l’aiuto della Università per fugare i dubbi e tranquillizzare i cittadini. Serviranno investimenti nuovi per creare una rete idrica sul territorio e risolvere l’emergenza alla radice”.

Per Panunzi e Valentini “sono state poste le basi per affrontare e risolvere in maniera definitiva il problema. E’stato deciso di continuare nella strada già intrapresa, che è quella dell’installazione dei derseanificatori. Tutti sappiamo, però, che si tratta di soluzioni tampone, che hanno una durata di pochi anni: per questo saranno studiate soluzioni alternative e durature per diversificare l’approvvigionamento idrico della provincia di Viterbo con costi contenuti. Sono allo studio diverse ipotesi, che saranno definite nelle prossime settimane. C’è la volontà di superare una volta per tutte l’emergenza e non di rimandarla in maniera indefinita, atteggiamento che era proprio della Giunta Polverini”.

Intanto, anche la Confesercenti dichiara di apprezzare la nuova impostazione. “Accogliamo con favore – dichiara il presidente Vincenzo Peparello – la proposta del consigliere regionale Valentini, sostiene la necessità di istituire, come già proposto in passato, una task force convocando  attorno a un tavolo di crisi sull’emergenza arsenico gli attori locali, le istituzioni, l’università, la Asl, gli enti gestori della rete idrica, organizzazioni professionali e di categoria, associazioni di consumatori”.

Articoli correlati:

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

21   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Riccardo Valentini, la seconda testa più lucida della Pisana (la prima appartiene, e non per ordine di importanza, al governatore Zingaretti), farà miracoli, vedrete! Altrimenti che l’abbiamo mandato a fare in regione uno scienziato di tal fatta? Il primo miracolo già l’ha fatto: è il capogruppo di uno dei due gruppi che fanno riferimento al neogovernatore. Due gruppi=più spese a carico dei contribuenti laziali. Dobbiamo aspettare che alla testa più lucida numero 1 lo facciano notare Stella & Rizzo sul Corrierone?

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da