23112017Headline:

Brindisi per l’arresto di padre Franco

Padre Franco Decaminada

Padre Franco Decaminada

“Sì, siamo soddisfatti. Ma lo saremo ancora di più appena ci verranno pagati gli stipendi, verranno aggiustati i macchinari rotti, riforniti gli ambulatori”. Alcuni lavoratori di Villa Paola di Capranica commentano a caldo la notizia dell’arresto di padre Franco Decaminada, già consigliere dell’Idi, per fatture false e un’appropriazione indebita per circa 14 milioni di euro.

“Finalmente – raccontano – qualcosa è successo. Alcuni di noi hanno pure brindato. E nessuno si è stupito: chi lavorava in amministrazione da anni notava anomalie sui costi di alcuni acquisti che improvvisamente schizzavano alle stelle”. Eppure a tutti la direzione diceva di stare tranquilli. “Quando Decaminada veniva da noi – proseguono – ci rassicurava dicendo che nessuno avrebbe perso il posto e che i problemi erano tutta colpa della Regione”.

Eppure, quei problemi continuavano senza che nessuno intervenisse. “Fino a un anno e mezzo fa – ricordano – prendevamo pure il premio di produttività. E’ evidente che qualora lo avessero interrotto, avremmo cominciato a fare domande sul perché. Invece, nessuno voleva che si facessero domande. Poi, però, la bomba è scoppiata lo stesso”. E ora ci sono 80 lavoratori di Villa Paola senza stipendi da cinque mesi (manca anche la tredicesima). E c’è una struttura da sempre fiore all’occhiello che lavora al 70 per cento delle sue possibilità perché manca il materiale e i medici sono troppo pochi. “Abbiamo chiesto  -continuano – l’invio di rinforzi dalle strutture romane, dove si lavora alla metà delle potenzialità, ma la proposta non è nemmeno stata presa in considerazione.  Finora non c’è stata la volontà di rilanciare, nemmeno adottando misure a costo zero”.

Adesso tutte le speranze dei lavoratori sono riposte nel tavolo aperto dal presidente Nicola Zingaretti a Roma. “Contiamo mantenga le promesse e che si scongiuri tra mobilità e prepensionamenti la fuoriuscita del 30 per cento del personale di Capranica”, concludono.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

23   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Se il pretaccio è un ladro e un disonesto quello viterbicolo è il suo giusto contesto

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da