16122017Headline:

Cari precari, non c’è un euro

Piero Camilli

Piero Camilli

Bambole, non c’è una lira. O forse, è meglio dire: precari, non c’è un euro. Già, perché qui non siamo di fronte all’infausta frase che l’impresario diceva alle ballerine quando gli incassi della serata erano stati insufficienti, bensì al grido di dolore del presidente della Provincia Marcello Meroi che, insieme a una rappresentanza del gruppo consiliare, ha incontrato una delegazione dei lavoratori precari dell’Ente, il cui contratto scade il prossimo 3 maggio.

Meroi e soci hanno detto che ce le metteranno tutta per risolvere la situazione, mostrando di fronte al personale precario la massima disponibilità a portare a compimento in tempi brevissimi le procedure per l’approvazione del bilancio, propedeutiche al reintegro dei lavoratori. “Siamo bloccati – ha detto il presidente del consiglio provinciale Piero Camilli – da problematiche di natura burocratica insormontabili. Personalmente in merito a questa vicenda ho riscontrato un’unanime volontà di procedere alle proroghe dei contratti, ma purtroppo non ci è possibile farlo. Una volontà più morale che politica, espressa sia dalla maggioranza che dall’opposizione in eguale misura. Ci rendiamo conto della difficoltà della situazione, ma ad oggi, oltre ad impegnarci per portare a termine un percorso condiviso che sia il più breve possibile, non possiamo fare”.

La situazione finanziaria della Provincia è ormai arcinota. Sempre legata ai tagli del Governo e al rispetto delle strette disposizioni della spending review, nonché vincolata alla necessaria approvazione dei bilanci consuntivo e preventivo, al momento impedisce l’immediata proroga dei contratti di lavoro. Per il 2013, infatti, la spesa di palazzo Gentili per il personale non potrà superare obbligatoriamente il limite del 50% rispetto a quella dell’anno 2009. Nelle scorse settimane il presidente Meroi, come lui stesso ha avuto modo di spiegare al personale interessato, ha incontrato il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che si è detto disponibile, una volta approvato il bilancio regionale, a verificare la possibilità di dar corso alle procedure per lo stanziamento dei fondi Fse che in parte permetterebbero alla Provincia di riattivare alcune posizioni.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da