25112017Headline:

Ecco a che punto siamo sui dearsenificatori

arsenico1Intanto i dearsenificatori languono. In tutta la Tuscia procedono a rilento i lavori per installare i potabilizzatori. Il prevede due tranche di lavori. La prima, già avviata, riguarda i 16 paesi con livelli del metallo pesante superiori ai 20 microgrammi. La Regione ha stanziato 25 milioni di euro e fatto ricorso a un bando a livello laziale. La gara prevedeva 31 impianti da consegnare entro il 31 dicembre 2012. A oggi, ne funzionano solo tre. Il motivo? Raggiunto il primo stadio di avanzamento dei lavori, molte ditte non sono state liquidate. La Regione aveva accumulato un ritardo nei pagamenti per 4 milioni di euro. Arrivati quelli, i cantieri sono riparti. I restanti 28 impianti della prima fase saranno ultimati entro giugno 2013. Pena l’interruzione dell’approvvigionamento idrico. Brindisi all’arsenico ancora per parecchio tempo nei comuni tra i 10 e i 20 microgrammi, che hanno a disposizione 13 milioni di euro regionali: i lavori termineranno il 31 dicembre 2014.

Prendiamo Viterbo. Dei quattro necessari per coprire la prima fascia, quella con concentrazione di arsenico compresa tra i 20 e i 50, due sono in funzione da mesi: in località Campo Sportivo a San Martino e l’altro, a Bagnaia, in località Montecchio. Gli altri due, in località Canale a Tobia e in località Pidocchio, saranno attivi entro aprile. Gli altri dearsenificatori, quelli della “seconda fase”, vale a dire quelli che interverranno sui pozzi con acqua con concentrazione di arsenico compresa tra 10 e 20 microgrammi per litro, riguarderanno Monte Iugo, Sorgente Capelacqua, Sorgenti Le Vene e Pozzi Bisenzio, per un costo di circa 3 milioni e mezzo. Complessivamente 4 milioni e duecento mila euro. Saranno realizzati entro il 2014.

 

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da