25112017Headline:

Lo sfogo di Fioroni: “Non so se resto nel Pd”

Fioroni con Bersani

Fioroni con Bersani

E’ proprio difficile farla a Beppe Fioroni. Mariniano di ferro, dopo il flop di giovedì dell’ex presidente del Senato, sapeva di essere nel mirino come possibile franco tiratore nella votazione in cui si sarebbe dovuto eleggere Romano Prodi. E allora ha preso le sue precauzioni: ha fotografato (nonostante sia vietato) la sua scheda con scritto ben chiaro il nome dell’ex presidente del consiglio e poi l’ha mostrata ai cronisti. Come per dire: “I traditori cercateli da qualche altra parte”

Ma lo sconforto per quanto accaduto è grande. Ormai anche lui è consapevole che non esiste un Pd, ma ne esistono due: quello che continua a guardare a sinistra e quello che dalla sinistra vorrebbe sganciarsi per diventare un vero partito riformista. Un dualismo che ha accolto con totale indifferenza l’uccellatura di due pezzi da novanta come Franco Marini e Romano Prodi, nonché le dimissioni da segretario di Pierluigi Bersani. “Noi che abbiamo sempre rappresentato la minoranza – scrive in una nota Fioroni – e quindi l’’opposizione a Bersani riconosciamo al segretario di aver svolto un grande lavoro e di avere agito in questi anni da persona seria e perbene. La mancanza di reazioni all’’annuncio delle sue dimissioni – aggiunge l’ex ministro dell’Istruzione – è incredibile. Come lo è stata la superficialità con cui sono stati trattati due leader del centrosinistra, entrambi cattolici, come Franco Marini e Romano Prodi. Tutto questo non può che provocare  grande sofferenza e costernazione. Non è pensabile – conclude Fioroni – che scelte così vitali siano assunte dai soliti noti. E’ necessario aprire le segrete stanze”.

Poi a un amico confida: “Non so se ci resto in questo Pd”. Ma forse è solo uno sfogo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da