17122017Headline:

Un matrimonio molto particolare

Salvatore Regoli e Gabriella sposi

L’annuncio del matrimonio…

Salvatore Regoli e Gabriella sposi

…e la festa nella Casa di San Martino

 

 

 

 

 

 

 

 

I primi a sperimentarlo sono stati loro, nella Casa di San Martino di Juppiter sabato scorso. Il presidente, Salvatore Regoli e Gabriella, educatrice impegnata nell’attività con i ragazzi diversamente abili, hanno deciso di festeggiare il loro matrimonio invitando tutti gli amici (più di 500 persone), tra cui moltissime autorità civili e religiose, promuovendo un’idea straordinaria, una nuovissima iniziativa dell’associazione: il Social Marriage.

Che cos’è il Social Marriage lo hanno spiegato i ragazzi di Juppiter durante tutta la giornata, lunga e ricca, iniziata per gli ospiti alle 3 del pomeriggio, con la festa per i bambini e le famiglie e finita a tarda notte con la serata in musica per i ragazzi, con la Wonderful Night, band che anima le notti del carnevale da più di 25 anni: gonfiabili, festoni da fiera di paese, palloncini, tappeti elastici, “trucca bimbi”, barattoli, percorsi, palline, disegni da dipingere e zucchero filato a volontà fino alle 17, con intermezzi musicali della Banda Valletiberina, di cui Salvatore è direttore da più di dieci anni.

Social marriage Giulio Marini

Tra gli ospiti il sindaco Giulio Marini…

Social marriage Lino Fumagalli

…il vescovo Lino Fumagalli…

 

 

 

 

 

 

 

 

E poi tutti al grande buffet, la merenda con i prodotti tipici dall’Italia e dal mondo: salumi, verdure sott’olio e formaggi dalla Calabria, affettati dalla Val Camonica, miele da Cassino (prodotti dalle sedi della Fondazione Exodus di don Mazzi, che Juppiter rappresenta nel territorio) e poi ancora olio dalla Sabina e tozzetti dalla Tuscia, insieme al pane di San Martino e alle specialità del Togo, preparate direttamente da Tina, sorella di Alphonse Akue, responsabile della sede di Juppiter insieme alla moglie Barbara.

Perché il Social Marriage sono anche i prodotti genuini e certificati, ma soprattutto le persone che sono dietro questi prodotti, la cura nella preparazione e lo scopo per cui vengono preparati, che è sostenere le attività dei ragazzi, in particolare, quelli del progetto Special, dei giovani diversamente abili (che hanno fatto da padroni di casa durante la festa servendo gli ospiti e facendo festa fino a tardi), che chi sceglie il Social Marriage aiuta a mantenere.

Juppiter ragazzi speciali

I ragazzi speciali di Juppiter

social marriage Beppe Fioroni

…e l’onorevole Beppe Fioroni

 

 

 

 

 

 

 

 

Un modo diverso di trascorrere il giorno del proprio matrimonio, sostenibile per tutti, l’associazione ha infatti formulato delle proposte di costo che restano entro i 5000 euro per cento invitati e comprendono gli aspetti principali della festa: dal catering alle bomboniere (realizzate dai ragazzi diversamente abili di Juppiter), dall’affitto del luogo all’allestimento, prestando attenzione alle persone, alle famiglie, ai bambini, mettendo gli sposi al centro di una festa in cui tutti si sentano i protagonisti. Così i ragazzi di Juppiter, hanno voluto preparare per gli sposi Salvatore e Gabriella, nella parte centrale della festa, un momento fatto di tanti piccoli “gesti”, con i linguaggi che da sempre contraddistinguono l’associazione nei suoi eventi: la musica, la danza, le immagini. La benedizione del Vescovo agli sposi è stata il compimento di tutte le emozioni del pomeriggio, prima del taglio della torta, tra mille coriandoli e palloncini liberati in aria.

E poi la sera, per i giovani, con la musica dal vivo a suonare pezzi ballati e cantati dai ragazzi, in un clima di assoluto divertimento, tra gli special che dirigono l’orchestra e gli ultimi, festanti, viva gli sposi.

Insomma, costi contenuti e un aiuto ai ragazzi speciali di Juppiter: è questo il Social Marriage. Un’opportunità che, chi sta per sposarsi, dovrebbe valutare con attenzione.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

23   Commenti

  1. Leo Viterbium scrive:

    importante è uscire dalla logica dell’ostentazione di un lusso pilotato e gestito in esclusiva dagli operatori commerciali, con il solo criterio del loro massimo profitto; riappropriarsi di questo momento importante per la vita. Poi i modi possono essere diversi.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da