23092017Headline:

Un po’ d’ossigeno per i lavoratori

Paolo Bianchini

Paolo Bianchini

Un po’ d’ossigeno per i lavoratori in cassa integrazione della Tuscia. Straordinaria e in deroga. Infatti la Provincia e gli istituti di credito, in collaborazione con le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, hanno deciso di intervenire, anticipando il trattamento economico che il lavoratore vanta nei confronti dell’Inps. A palazzo Gentili è stato firmato il protocollo d’intesa tra l’amministrazione provinciale, la commissione regionale Abi del Lazio, Confindustria, Federlazio, Confartigianato, Cna, Cgil, Cisl Uil, Ugl per l’anticipazione delle mensilità di cassa integrazione. Un provvedimento concreto, mirato ad arginare gli effetti devastanti della situazione economico-finanziaria globale, che ha forti ripercussioni anche sul territorio viterbese.

Nel concreto, a seguito della firma del protocollo, gli istituti bancari coinvolti concederanno, a condizioni agevolate e limitatamente al periodo di attesa dell’integrazione salariale, una disponibilità finanziaria mensile al lavoratore, a nome del quale verrà aperto un apposito conto corrente di prelevamento e rimborso. La Provincia sosterrà l’iniziativa con lo stanziamento di 120mila euro di fondi propri, consentendo così ai lavoratori di non risultare finanziariamente penalizzati dalla propria condizione di sottoposti alla cassa integrazione. Sarà l’amministrazione provinciale a farsi inoltre carico degli oneri di apertura e tenuta conto e dell’imposta di bollo per ciascun conto attivato, a coprire gli interessi sulle anticipazioni e a intervenire altresì per la copertura dell’imposta di bollo per ciascun conto attivato. Associazioni di categoria e sindacati promuoveranno tale procedura semplificata tra aziende e lavoratori, favorendo in questo modo una diffusa informazione sui contenuti dell’accordo.

“Oggi rinnoviamo una convenzione che è stata firmata già nel 2009, sulla base di un accordo nazionale – ha detto l’assessore Paolo Bianchini – ripetendo il positivo esperimento di collaborazione con tutti i soggetti che erano già partner della Provincia e ampliando il numero delle associazioni disponibili a partecipare all’iniziativa. Secondo l’accordo, gli enti possono costituire un fondo a garanzia o mettere comunque a disposizione fondi in conto interessi a favore delle anticipazioni di Cigs. In questo modo snelliamo i tempi, spesso molto lunghi, dell’erogazione ai lavoratori da parte dell’Inps, alleggerendo il momento di grande difficoltà economica per imprese e dipendenti”.

Soddisfatti tutti i firmatari del protocollo. “Questa è un’iniziativa davvero lodevole – ha dettoa Fortunato Mannino della Cisl – anche perché dal 1° gennaio 2013 l’Inps non anticipa più la Cigs in deroga. Dal 2009 ad oggi questo accordo ha dato esiti molto positivi, e il meccanismo può certamente sempre migliorare”. Anche Margherita De Cesare ha espresso parole di grande apprezzamento. “Ben vengano iniziative come questa – ha detto la sindacalista Ugl – soprattutto in un momento particolare del nostro Paese”. “Chiediamo a tutti i firmatari di questo protocollo – ha concluso Carlo Proietti della Cgil – di insistere con la Regione affinchè attivi le procedure di erogazione della cassa integrazione anche per gli ultimi mesi del 2012 e per il 2013”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da