17122017Headline:

Villa Rosa in stato d’agitazione

Villa Rosa

Villa Rosa

A Villa Rosa le acque si fanno sempre più mosse. I sindacati ieri hanno proclamato lo stato di agitazione e chiesto un incontro urgente al prefetto Antonella Scolamiero, auspicando la partecipazione del sindaco Giulio Marini, del neo commissario della Asl Luigi Macchitella e dei consigliere regionali Enrico Panunzi e Riccardo Valentini. Non appena sarà fissata la data, Cgil, Cisl e Uil concorderanno quando tenere il sit-in di protesta fuori dalla clinica sulla Teverina. Lo scopo è scongiurare i 73 licenziamenti annunciati la scorsa settimana tramite lettera dalla Congregazione provinciale delle suore ospedaliere.

Secondo il piano della proprietà, oltre un terzo del personale sarà licenziato e chiuderanno tre reparti (trattamenti psichiatrici intensivi, terapeutico-riabilitativi estensivi e la struttura residenziale socio-riabilitativa h24) mentre saranno esternalizzati il laboratorio analisi e la radiologia. Fil risultato dell’annuncio rischia ora di generare una guerra tra poveri: da un lato i dipendenti più giovani, disposti a diminuirsi l’orario pur di mantenere l’impiego, dall’altro i più anziani che invece, sentendosi più tutelati, non intendono fare concessioni.

“All’ultima riunione – ricorda Giampietro Brizi della Cisl Fps – il direttore Mario Sesana aveva parlato di 45 esuberi di cui 30 da ricollocare nei servizi che intendono esternalizzare. Poi, di punto in bianco, arriva la lettera in cui si ufficializzano 73 licenziamenti. Non si capisce il perché di tali numeri”. Critiche anche dalla Cgil Fp. “Le scelte della proprietà – accusa Antonella Ambrosini – stupiscono soprattutto perché fatte da una congregazione religiosa che dovrebbe ispirarsi a ben altri principi. E, comunque, se intendono andare avanti con quei numeri sappiano che perderanno l’accreditamento. A questo punto, anche la Asl deve dire la sua”. Parla di scelte vergognose Angelo Sambuci. “Quanto sta avvenendo a Villa Rosa – chiosa il segretario della Uil Fpl – ha del vergognoso: vogliono terrorizzare tutti per costringere a firmare un nuovo contratto fortemente penalizzante”.

Infine, Marini ribadisce la volontà di scongiurare i licenziamento e fa appello al presidente Nicola Zingaretti. “Come sindaco e come presidente della conferenza per la sanità – afferma – chiedo che la Regione concordi un percorso da seguire con le parti interessate e impegnate a livello istituzionale in questa battaglia. Come Comune, offriamo la totale collaborazione per risanare Villa Rosa, obiettivo strategico per la città”.

 

 

 

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da