22022018Headline:

La Camera di commercio contro la crisi

Ferindo Palombella

Ferindo Palombella

“Il protrarsi delle difficoltà economiche e l’ennesimo rinvio della ripresa dei mercati alimentano incertezza e timori tra imprenditori e lavoratori, ma anche sconforto per migliaia di giovani e disoccupati. Un malessere a cui l’Ente camerale, d’intesa con le associazioni di categoria e sindacali rappresentate in consiglio, è particolarmente sensibile e soprattutto nel primo quadrimestre ha messo in campo una serie di azioni che ampliano il ventaglio di opportunità a disposizione delle imprese per rilanciarsi sui mercati nazionali e internazionali”. È questo in sintesi il pensiero espresso dal presidente della Camera di Commercio Ferindo Palombella durante l’ultimo consiglio camerale in cui ha illustrato le attività intraprese nei quattro mesi dell’anno, a partire dalle problematiche derivanti dal credit crunch.

In tal senso prosegue l’impegno per il sostegno al credito tramite i Confidi con il rifinanziamento delle linee di intervento individuate lo scorso anno (Fondo Rischi, Co-Garanzia ed erogazione di Contributi per l’abbattimento dei tassi di interesse) pari a 250mila euro, a cui potrebbe aggiungersi il contributo di Unioncamere Lazio di 200 mila euro. Lo scorso anno grazie a questi interventi economici, che hanno supportato le garanzie offerte dai Confidi, è stato possibile far erogare dagli istituti di credito a 20 imprese, seppur le risorse siano state disponibili solo negli ultimi mesi dell’anno, finanziamenti per circa un milione e mezzo di euro. Inoltre nel corso degli ultimi mesi sono stati avviati tre importanti progetti in forma associata che beneficeranno del contributo del  fondo perequativo di Unioncamere: Reti di impresa,  Sviluppo della nuova imprenditorialità,  Internazionalizzazione. In tal senso assume ancora più rilevanza la recente adesione dell’Ente camerale all’Agenzia per l’Internazionalizzazione, istituita da  Unioncamere Lazio e dalla Camera di Commercio di Roma, con specifiche competenze e professionalità nel campo della promozione e sviluppo dell’internazionalizzazione. Al sostegno e promozione di imprese innovative è invece dedicato, per il secondo anno consecutivo, il supporto per progetti compartecipati da partner internazionali finanziati direttamente dall’Unione Europea.

PalombellaSul fronte promozionale la Camera di Commercio è impegnata nel settore del turismo, dove si stanno raggiungendo risultati significativi attraverso il sostegno e sviluppo dell’offerta turistica integrata prevista da Tuscia Welcome. Proprio nel mese di febbraio sono stati consegnati i premi alle imprese che si sono distinte attraverso la proposta di offerte ricettive e pacchetti turistici che tengono conto del patrimonio culturale, enogastronomico e ambientale della Tuscia Viterbese. Nell’occasione sono state presentate le novità del bando 2013-2014 che da quest’anno punta con decisione sul turismo internazionale, attraverso l’edizione in lingua inglese del portale su internet, allo scopo di intercettare anche l’interesse dei tantissimi turisti stranieri che soggiornano nel Lazio. Sempre in tema di turismo a settembre la Camera di Commercio organizzerà a Viterbo il Buy Lazio, il più importante workshop turistico regionale. Si sta già lavorando per organizzare al meglio l’ospitalità e gli eventi che si realizzeranno nell’arco dell’intera manifestazione affinché possa costituire un’importante vetrina anche per la Tuscia.

Certamente non si può parlare di turismo senza sottolineare l’importanza che nella promozione di questo settore assume la valorizzazione sinergica delle eccellenze enogastronomiche. Proprio sul fronte della promozione dell’agroalimentare, anche quest’anno gli oli extravergine della Tuscia hanno ottenuto importanti riconoscimenti in occasione di Orii del Lazio, il concorso regionale dedicato agli oli extravergine di oliva, a cui hanno aderito 19 aziende della provincia di Viterbo, di cui ben 13 sono state premiate o hanno ricevuto menzioni speciali. L’esito della premiazione evidenzia ancora una volta che la qualità delle nostre produzioni oltre a interessare un numero significativo di imprese, è diffusa su tutto il territorio provinciale e riguarda sia le Dop Canino e Tuscia sia l’olio extravergine. Buoni i riscontri anche dal Vinitaly, prestigiosa vetrina per le imprese del settore enologico, a cui hanno partecipato 14 imprese del territorio, anche grazie all’impegno dell’Ente camerale che è intervenuto nei confronti di Regione Lazio e Unioncamere Lazio al fine di superare quegli ostacoli che avrebbero certamente penalizzato la presenza dei vini laziali al Vinitaly. Dai primi feed back emerge che l’edizione di quest’anno per i produttori della Tuscia è andata ben oltre le aspettative, grazie soprattutto ai mercati esteri per i quali i vini della provincia di Viterbo sono particolarmente appetibili.

prodotti tipiciPer il Marchio collettivo Tuscia Viterbese si è registrato nei mesi scorsi un significativo ampliamento del paniere, arricchito di nuovi prodotti che si distinguono per tipicità e qualità: la nocciola dei Cimini e i prodotti dell’Alta Tuscia Viterbese che comprende Aglio Rosso di Proceno, Farro del Pungolo di Acquapendente, Cece del solco dritto di Valentano, Fagiolo del purgatorio di Gradoli e Lenticchia di Onano. In questo percorso per la valorizzazione dei prodotti di qualità si inserisce la patata dell’Alto Viterbese IGP, per la quale, a seguito di specifica richiesta la Camera di Commercio di Viterbo è diventata organismo di certificazione. Da segnalare, inoltre, la puntata di Linea Verde interamente  dedicata alla Tuscia Viterbese andata in onda qualche domenica fa. Una grande occasione per valorizzare le eccellenze enogastronomiche, artistiche e paesaggistiche tramite uno degli strumenti mediatici più efficaci quale la televisione, per suscitare curiosità e interesse verso i nostri meravigliosi patrimoni spesso sconosciuti al grande pubblico. Infine, raccogliendo l’invito dei Comuni interessati dalla produzione di castagne, è stato istituito un tavolo sulle problematiche inerenti la castanicoltura a cui partecipano oltre i Comuni, le Associazioni di Categoria del settore agricoltura, la Provincia, la Regione, il Ministero delle politiche agricole e Università della Tuscia.

Un lavoro delicato ma prezioso, quello delle relazioni istituzionali che vede il momento privilegiato nel Focus Impresa e Lavoro, luogo di confronto degli interessi sociali ed economici della provincia, che ha incontrato nel mese di febbraio i candidati alle elezioni politiche e regionali al fine di discutere e approfondire, con finalità propositive, tematiche che nel breve e medio termine interessano lo sviluppo economico del territorio, ponendo al centro del dibattito politico le imprese, il lavoro, le infrastrutture. “La Giornata Nazionale dell’Economia, che quest’anno sarà celebrata localmente il 14 giugno – aggiunge Palombella – offrirà attraverso il Rapporto Economico Provinciale il quadro completo sullo stato di salute della nostra economia e consentirà di fare analisi e proiezioni sugli scenari futuri nel breve e medio termine”. Nel corso della presentazione saranno, infatti, illustrati i dati economici e congiunturali, approfondito il trend strutturale delle imprese della provincia negli ultimi 5 anni (2008-2012). Nell’ambito della stessa giornata saranno anche consegnati i riconoscimenti alle imprese che hanno partecipato al Bando per l’attribuzione del Premio Progresso Economico, che proprio in un periodo di crisi così importante come quello che stiamo vivendo in cui in generale il tasso di mortalità delle imprese è in crescita e la vita media delle stesse si riduce, assume particolare significatività, in quanto va a premiare le imprese che hanno una longevità operativa sul territorio di oltre 40 anni.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da