22112017Headline:

La speranza nel Pd si chiama Chiamparino

Sergio Chiamparino

Sergio Chiamparino

Non c’è futuro per il Pd, oppure possiamo nutrire qualche speranza? Il Paese avrebbe tanto bisogno di una forza politica riformista che mai è riuscita a governare, ma questo Pd non può farcela. Questo Pd ha cambiato il segretario, è stato messo a capo del partito un brav’uomo e nulla più, un reggente sostenuto da pochi capicorrente. Il Pd è un partito di bande, dove un giorno si sta da una parte e il giorno dopo, per convenienza, si può passare dall’altra. Di chi sono i 101 voti che hanno inabissato Prodi ? Di sicuro di una o più bande. Enrico Letta, l’ex vicesegretario, è presidente del Consiglio, governa con le sole idee del Pdl perché gli otto punti di Bersani sono solo vaghe proposte difficili da tradurre in disegni di legge. Non a caso nessuno aveva compreso il programma del Pd.

Ma allora non abbiamo futuro? Io penso che esista la possibilità di cambiare il Paese. Ci vogliono proposte moderne, legate alla realtà senza bisogno di demolire e basta. Oggi nel panorama politico nazionale solamente Matteo Renzi ha dato una speranza di cambiamento. Il Movimento 5 stelle non ha ancora capito dove si trova e solo ora stanno comprendendo che costruire non è facile come demolire. Berlusconi impersona un quarto degli italiani che non vogliono sognare perché ritengono che il loro sogno lo stanno vivendo ora e il futuro potrebbe essere peggiore.

Renzi è l’unico che cerca di mettere fuori gioco Berlusconi e Grillo con le idee e non con le leggi. Non ha fornito ricette miracolose e populiste e non è neanche a capo di un movimento, ma ha un linguaggio immediato e si fa capire da tanta gente che vorrebbe che questo Paese cambi veramente. Cerca di dare una speranza proponendo ricette semplici, piccole cose realizzabili subito. Non propone la riforma elettorale che non si farà mai, ma il dimezzamento dei parlamentari e l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, come aveva già indicato un referendum. Per fare questo c’è bisogno di un partito e quindi la speranza è che il Pd risorga, magari con a capo una persona molto pragmatica e senza appartenenza a bande, Sergio Chiamparino sarebbe l’ideale.

Non ho fiducia in questo Governo, perché le idee del Pdl sono solamente populiste e becere e quelle del Pd introvabili. Pertanto, qualsiasi cosa riuscirà a fare sarà già un successo. Il Pd ha bisogno di tempo per riportare fiducia tra i propri iscritti e tra la gente. E per questo ci vuole un segretario che non si rinchiuda in una stanza, ma si rimbocchi le maniche per ascoltare e non per portare il verbo con i suoi comizi.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

21   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Con quella faccia da Chiamparino che hanno quelli che vengono da Torino…

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da