21112017Headline:

Obino continua la guerra ai writers

writerLa città più pulita è più bella, diceva un vecchio spot televisivo che invogliava i cittadini romani a utilizzare i cassonetti per gettare i rifiuti. Ma la pulizia è fatta di tante cose, compreso il non imbrattare i muri degli stabili cittadini con scritte orrende a vedersi e più o meno insignificanti nel testo, che hanno l’unico scopo di deturpare l’ambiente.

Così Antonio Obino, che del decoro urbano ne ha fatto una sua bandiera, torna alla carica e, visto che è candidato con la lista Ego Sum leo, in appoggio a Giulio Marini, ha deciso di prendere un solenne impegno con tutti i cittadini di Viterbo. “Se la nostra attività amministrativa venisse riconfermata per la prossima consigliatura – afferma – i consiglieri eletti si impegnano fin d’ora a pagare, con i propri gettoni di presenza, la copertura di scritte o firme che i writers dovessero realizzare sulle facciate delle case appena ritinteggiate. In pratica, se un privato o un condominio, rinnova la facciata di un edificio nel centro storico di Viterbo e ce lo comunica, consegnandoci anche un barattolo con la vernice corrispondente, noi ci impegnamo ad effettuare, a nostre spese, la ritinteggiatura delle parti imbrattate con scritte e murales”.
Insomma, Obino l’imbianchino si potrebbe dire. “Pensiamo che questo sia significativo e importante – dice ancora – per dare un segnale ai cittadini sul fatto che l’impegno politico debba anche concretizzarsi praticamente; pensate se ogni consigliere o gruppo consiliare prendesse a cuore anche aspetti semplici ma importanti della vita della nostra città. Ciò aiuterebbe, e di molto, l’attività amministrativa che fatica proprio a risolvere le piccole cose, dove non ci sono competenze ed incarichi specifici assegnati esplicitamente a singoli dipendenti comunali. Porteremo avanti questo impegno – conclude – così come avvenuto e come possono testimoniare le alunne ed il corpo docente dell’istituto magistrale Santa Rosa in via San Pietro, la cui scuola, dopo che la Provincia è intervenuta con la ritenteggiatura complessiva dello stabile, è stata decine di volte bersaglio dei writers, immediatamente contrastati con l’intervento di un operaio, che a nostre spese, ha prontamente ripristinato il colore originale della facciata”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

23   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    ‘A Obì, provace co’ la porchetta a pija li voti, che funziona mejo!

  2. Antonio Obino scrive:

    ‘A Gio’ prepara il banchetto che c’e provamo. Tu mette il porco e io lo venno!!!!!!!!

  3. Giorgio Molino scrive:

    ‘A Obì, torna a scuola, che ce si scrive senza apostrofo in mezzo alle du parole!

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da