20092017Headline:

“Vogliamo il rinnovo dell’Università agraria”

Riccardo Valentini

Riccardo Valentini

Blera in rivolta contro la Regione. Ben 120 famiglie della cittadina hanno sottoscritto una lettera con cui chiedono all’ente di via Cristoforo Colombo di indire al più presto le elezioni per il rinnovo della locale Università agraria. Gli organi direttivi scadono a giugno, ma a Roma la giunta non ha ancora predisposto il decreto per la consultazione. Ammette senza infingimenti che ci sia un ritardo il consigliere regionale Riccardo Valentini. “Ho ricevuto la sollecitazione e sto approfondendo la vicenda. C’è una mancanza da parte della Regione – afferma – che non ha ancora adottato l’atto per la convocazione delle elezioni. E questo non è corretto. Si tratta di capire il perché. Mi sono fatto carico della questione e la approfondirò subito”.

Ma i blerani, intanto, restano su tutte le furie. “L’incarico di presidente e membro del consiglio di amministrazione scade tra pochi giorni. Eppure – scrivono nel documento inviato a Nicola Zingaretti e all’assessorato alle Politiche del territorio – per quanto a nostra conoscenza non è ancora stato adottato il decreto di indizione dei comizi elettorali per il rinnovo”. Cosa comporta? Che “di fatto si verrebbe a configurare – continuano – una prorogatio per cui potranno continuare a esercitare le loro funzioni nonostante il termine del loro mandato”.

Una circostanza che non va giù a molti cittadini di Blera. “Siamo elettori attivi e potenzialmente passivi. Vogliamo – chiedono – che il nostro diritto venga rispettato”. E a loro sostegno citano, oltre alla legge, la sentenza della Corte Costituzionale numero 208, che “ha negato – ricordano – l’applicazione analogica delle norme sulla proroga dei poteri e ha sostenuto che il meccanismo dello prorogatio non opera automaticamente allo scadere del mandato del titolare dell’organo”. Un’eventuale proroga “violerebbe – concludono riportando passi della sentenza – il principio della riserva di legge in materia di organizzazione amministrativa, nonché quelli dell’imparzialità e del buon andamento”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da