25112017Headline:

Cassa integrazione: via all’anticipo

Paolo Bianchini

Paolo Bianchini

Sono pronti e disponibili i fondi per l’anticipo della cassa integrazione guadagni straordinaria per i lavoratori della Tuscia come da protocollo d’intesa siglato, il mese scorso, tra l’amministrazione provinciale, la commissione regionale Abi del Lazio, Confindustria, Federlazio, Confartigianato, Cna, Cgil, Cisl, Uil, Ugl. In base a questo protocollo la Provincia e gli istituti di credito, in collaborazione con le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, intervengono anticipando il trattamento economico che il lavoratore vanta nei confronti dell’Inps riducendo così i tempi d’attesa previsti per l’erogazione delle risorse.

Il protocollo è entrato a tutti gli effetti nella fase di attuazione. I lavoratori potranno recarsi presso gli sportelli delle filiali della Banca di Viterbo e della Banca di Credito Cooperativo di Barbarano Romano per effettuare le relative operazioni. Secondo quanto stabilito nel protocollo d’intesa  gli istituti bancari coinvolti concederanno a condizioni agevolate e limitatamente al periodo di attesa dell’integrazione salariale una disponibilità finanziaria mensile al lavoratore, a nome del quale verrà aperto un apposito conto corrente di prelevamento e rimborso. La Provincia ha sostenuto l’iniziativa con lo stanziamento di 120 mila euro di fondi propri, consentendo così ai lavoratori di non risultare finanziariamente penalizzati dalla propria condizione di cassintegrati L’amministrazione provinciale si farà carico degli oneri di apertura e tenuta conto e dell’imposta di bollo per ciascun conto attivato, coprendo gli interessi sulle anticipazioni ed intervenendo per la copertura dell’imposta di bollo su ciascun conto attivato.

“Con l’erogazione dei fondi – hanno spiegato il presidente Marcello Meroi e l’assessore alle politiche sociali e del lavoro Paolo Bianchini – diamo finalmente risposte concrete sul territorio a quanti stanno vivendo sulla propria pelle le conseguenze della grave crisi economica, riducendo i tempi di stanziamento delle risorse da parte dell’Inps. Finalmente possiamo restituire fiducia ai lavoratori e alle famiglie viterbesi”.

“Il nostro intervento – ci tiene a sottolineare il direttore generale della Banca di Viterbo Massimo Caporossi – è la traduzione pratica della nostra filosofia di banca del territorio. Abbiamo storicamente sempre interpretato questo ruolo e mai ci sottrarremo nell’adempiere a quella che è la nostra missione. Con maggior forza e impegno proseguiamo oggi, in una congiuntura difficile, dando applicazione e concretezza a questo progetto dalla forte valenza sociale. Tutti i soggetti interessati potranno rivolgere le loro istanze e richieste di chiarimenti presso gli sportelli delle nostre filiali, dove personale qualificato darà risposte concrete e si farà portatore della richiesta avanzata dal lavoratore e dalle lavoratrici in difficoltà.”

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da