23092017Headline:

Cotral, ecco la lotta contro chi viaggia a sbafo

Un autobus del Cotral

Un autobus del Cotral

Continua la battaglia di Cotral contro i portoghesi. L’azienda di trasporto ha prima stabilito che il biglietto si fa alla salita dell’autobus, ora ha iniziato pure una campagna nelle scuole. La tratta presa di mira è dalla seconda fase del progetto “Controllo a vista” è quella Civita Castellana-Viterbo. E infatti il consigliere di amministrazione di Cotral, Paolo Toppi, si é recato nel liceo artistico di Civita Castellana per incontrare i docenti. Lo scopo? Stabilire tempi e modi di intervento affinché il pagamento del biglietto diventi un presupposto all’utilizzo dei mezzi pubblici e non una quasi rarità, visto che uno su tre viaggia a sbafo.

“L’attività di controllo e repressione nei confronti dei ‘portoghesi’ che stiamo portando avanti già da qualche tempo a bordo dei mezzi pubblici – ha dichiarato Toppi – non é, a mio parere, sufficiente. Bisogna, infatti, dare il via a una ‘battaglia culturale’ che faccia leva sui giovani. Pagare il biglietto o rispettare il mezzo pubblico sono, infatti, questioni culturali che rimandano a una educazione civica che si impara quando si é giovani per portarsela dietro per sempre e tramandarla alle generazioni successive”. Insomma, prenderli da piccoli per farli ragione su un concetto semplice semplice: i servizi si pagano. “É per tale ragione che Cotral– continua il consigliere – entrerà nelle scuole per farsi conoscere e per far conoscere ai ragazzi che, dietro il mezzo pubblico, ci siamo tutti noi, che il mezzo pubblico appartiene a noi e che, per tale ragione, merita attenzione e cura da parte di tutti”.

Con “Controllo a vista”, il cda ha affidato a Toppi la responsabilità e il coordinamento delle attività intraprese per tamponare il fenomeno. Attività che sono state anche presentate al 60esimo Uitp, il salone internazionale del trasporto pubblico appena concluso a Ginevra. Nel parterre mondiale del trasporto pubblico Cotral é la prima azienda in Italia ad aver dato continuità all’accordo raggiunto con i sindacati sulla lotta all’evasione tariffaria.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

21   Commenti

  1. roberto scrive:

    possono fare tutti i controlli che vogliono passate passate tanto io il biglietto nn lo faro mai fateme la multa

  2. roberto scrive:

    ridicoli

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da