22062018Headline:

Intanto si lavora per riaprire Ferento

Il teatro romano di Ferento

Il teatro romano di Ferento

“Non un giorno in più con Ferento chiuso e in quello stato”. Così il neosindaco di Viterbo Leonardo Michelini si esprimeva qualche settimana in merito alle condizioni in cui versa il sito archeologico di Ferento. A pochi giorni dall’ufficializzazione della sua giunta, il primo cittadino ha convocato un incontro con tutti i soggetti coinvolti nella riapertura di Ferento.

Fissato infatti per giovedì prossimo negli uffici dell’assessorato ai Lavori pubblici, il tavolo di lavoro vedrà seduti il Comune, l’Università della Tuscia, la Provincia, la Soprintendenza per l’Etruria meridionale, la Soprintendenza per i beni ambientali e monumentali del Lazio, e i privati coinvolti.

“Abbiamo già effettuato un primo sopralluogo – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Raffaela Saraconi – e dopo l’incontro daremo corso ai primi lavori di pulizia; poi all’istallazione della cartellonistica. Tutto in tempi celeri per fare sì che nel mese di luglio si possa svolgere la stagione teatrale”.

“Quest’amministrazione punterà alla valorizzazione dei beni storici e archeologici della città – commenta il sindaco Michelini – nell’ottica della creazione di un’economia della cultura, fondamentale e necessaria per favorire l’occupazione nel nostro territorio. Nello specifico, la riapertura di Ferento – aggiunge il sindaco – costituisce per i viterbesi la riappropriazione di uno spazio a loro caro, il recupero di una memoria storica e identitaria. Sarà infine utile per riportare i turisti a visitare il teatro, e favorendo quindi l’economia del settore legato al turismo”.

“Come giunta – aggiunge l’assessore alla Cultura Giacomo Barelli – ci siamo subito messi al lavoro per far sì che uno dei più importanti siti archeologici della città diventi subito agibile. Più volte il sindaco Michelini ha manifestato l’intenzione di rendere il Comune attore principale e promotore di iniziative volte a valorizzare la città, e l’immediata attivazione di questo tavolo ne è dimostrazione. L’assessorato alla Cultura  – conclude Barelli – si impegna infatti a partecipare, integrando il cartellone estivo con eventi organizzati dal Comune, augurandoci di poter fare meglio e di più per il prossimo anno”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da