25092017Headline:

Oggi il faccia a faccia con gli Sbottonati

Simone Carletti e Roberto Pomi

Simone Carletti e Roberto Pomi

 

Due uomini per la guida di una città. Il “faccia a faccia” tra Leonardo Michelini e Giulio Marini, aspiranti alla carica di sindaco di Viterbo, è su Radio Verde e su Viterbopost. Appuntamento oggi pomeriggio alle 16 con gli Sbottonati Simone Carletti e Roberto Pomi. Il tutto ascoltabile anche in streaming su www.radioverde.it e su www.viterbopost.it (per chi vuole goderselo con comodità è possibile anche ascoltare il podcast), cliccando sul banner qui a destra.

A un pugno di giorni dal voto il confronto tra il sindaco uscente Giulio Marini e lo sfidante Leonardo Michelini rappresenta un’occasione importante per farsi un’idea sui due uomini. Chi il più adatto a guidare la città nei prossimi cinque anni? Simone Carletti e Roberto Pomi cercheranno di incalzarli con le loro domande, per chiarire il progetto di Viterbo che i due hanno in mente e come intendono realizzarlo.

Quali le posizioni su problemi chiave come occupazione, riqualificazione del centro, sviluppo termale, turistico, commerciale? Per non parlare delle emergenze da risolvere: arsenico in primis. Quale modello di capoluogo della Tuscia dobbiamo attenderci dalla vittoria dell’uno o dell’altro?

La lunga maratona elettorale di Sbottonati sta per arrivare al termine. Rimangono le domande più forti, gli interventi audio più irriverenti e una città da assegnare al migliore.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

22   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Sbottonati, Sbottonati… Ma questi Sbottonati c’entrano qualcosa con quei Funamboli le cui lettere (in cui si proponevano interviste a pagamento) e fatture sono finite nello scandalo Fiorito? Se così fosse, forse sarebbe il caso che il cosiddetto ordine dei giornalisti, che per bocca del presidente nazionale Iacopino aveva promesso che avrebbe fatto pulizia tra le proprie file, si sbottonasse un po’.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da