23092017Headline:

Quelli che… parlano (dal 15 al 21 giugno)

merloQuelli che, dopo la formazione della giunta da parte di Leonardo Michelini, hanno gioito, pianto, criticato, espresso un parere, interpretato, svelato il dietro le quinte,  proclamato, espresso, enunciato, divulgato, palesato e finiamola qui con i sinonimi perché si allunga troppo il brodo.

Quelli che hanno replicato alle contestazioni sul presunto conflitto d’interessi del neo assessore alla Cultura Giacomo Barelli, rilevando che “io guardo avanti e se dovessi pensare a quello che Giacomo Barelli, Filippo Rossi o Viva Viterbo, ma pure qualcuno del Pd,  hanno detto di me in campagna elettorale, di Barelli nemmeno ne avrei dovuto parlare” (Leonardo Michelini, sindaco di Viterbo).

Quelli che sono convinti che “il problema è che da renziano io auspicavo di avere i voti dagli elettori del centrodestra, non gli assessori provenienti dal centrodestra” (Francesco Serra, consigliere comunale Pd).

Quelli che “sono disgustato: c’è chi parla di Caffeina come se fosse una grande potenza economica, come se fosse un monopolista della cultura a Viterbo, come se fosse una struttura che vuole impedire ad altri di lavorare e crescere” (Filippo Rossi, direttore artistico di Caffeina Cultura)..

Quelli (di cui si tace il nome in ossequio alla legge della privacy) che, scrivendo migliaia di articoli che nessuno legge, godono nel ripetere ogni tre righe che “noi l’avevano già detto” ovvero “noi l’avevamo ampiamente previsto” etc. Al che sorge spontanea la domanda: avendo eccelse capacità divinatorie, per quale caspita di causa non sono stati capaci di vaticinare la trombatura alle elezioni, la loro lista avendo raccolto la bellezza di 404 (quattrocentoquattro) voti, pari allo 0,15 (zerovigolaquindici) per cento?

Quelli che “in questa settimana post-voto ci siamo chiesti spesso: il cambiamento c’è stato per davvero? Alla luce dei risultati elettorali dobbiamo ammettere che il rinnovamento in parte c’è stato. In parte. Va bene l’alternanza di governo della città, che già di per sé è un fattore positivo, motivo per cui l’abbiamo sostenuta ed incoraggiata, ma da sola non può bastare. Giudicheremo sui fatti la nuova giunta Michelini” (Chiara Frontini, consigliere comunale di Viterbo2020).

Quelli che “è un’emozione bella e affascinante sentirsi chiamare assessore; sento però tutto il peso di questo incarico e del lavoro complicato che mi aspetta”. (Alvaro Ricci, assessore Urbanistica, centro storico, edilizia pubblica e privata).

Quelli che “giustamente se il sindaco vuol nominare un assessore interno è libero di farlo, ovviamente poi anche io mi sento libero di fare quello che credo” (Francesco Serra, consigliere comunale del Pd).

Quelli che hanno capito che “la sconfitta alle comunali deve essere condivisa tra tutte le anime della coalizione; Giulio Marini non va colpevolizzato e le responsabilità vanno spartite tra tutti” (Marcello Meroi, presidente della Provincia).

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

23   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Filippo Rossi da Trieste passa il tempo a disgustarsi di questo e di quello. Probabilmente ignora il disgusto profondo che lui stesso provoca nei cittadini.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da