26092017Headline:

Sulla giunta Michelini non si piega

michelini1

Leonardo Michelini

Leonardo Michelini tira dritto. non raccoglie il diktat di Francesco Serra (sembra che ieri pomeriggio gli abbia inviato un fax in cui chiede perentoriamente per sé la carica di presidente del consiglio comunale e quella di assessore per un esterno, ovverosia un uomo o una donna della sua area proveniente dall’associazionismo) e questa mattina ha presentato ufficialmente il suo esecutivo con Serra assessore. Ma il cardiologo ha subito rifiutato la nomina. Questa comunque la squadra di Michelini: Francesco Serra, Alvaro Ricci, Luisa Ciambella e Fabrizio Fersini per il Pd; Raffaela Saraconi e Alessandra Zucchi per la lista “Oltre le mura”; Raffaella Valeri per Sel; Giacomo Barelli per Viva Viterbo.

Insomma, Michelini ha deciso di appropriarsi delle sue prerogative di sindaco, rifiutando gli schemi da prima repubblica (stranissimo per uno che si professa renziano) proposti dal medico di Belcolle, ma anche da altri (che proponevano nella carica di assessore esterno anche il segretario provinciale del Pd Andrea Egidi).

Un segnale forte quello di Michelini, all’insegna di una politica nuova, in cui le beghe interne vanno subito stoppate. “Con tutti i problemi seri che ho trovato – è stato il suo unico commento – non voglio perdere tempo in queste diatribe”. Amen.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

12   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Sarà il primo caso in Italia e nel mondo di assessore precettato?

  2. Giorgio Molino scrive:

    E’ quasi da esposto alla Magistratura che l’assessorato alla cultura sia andato al più sguaiato seguace di Philip Red from Trieste, ovvero a un personaggio organico alla Fondazione di Caffeina. Visto e considerato che Caffeina ha sempre goduto di contributi finanziari da parte dell’amministrazione comunale, questa nomina si configura come un palese conflitto d’interessi. Approfitti Michelini del rifiuto di Serra per rimettere in gioco tutto e assegnare la delega alla cultura a qualcuno che non abbia un simile e sesquipedale conflitto d’interessi.

  3. Giorgio Molino scrive:

    Viste le unanimi proteste, crediamo sia proprio il caso che Michelini cacci a calci in c. lo sguaiato seguace di Philip Red from Trieste. Ritorni a fare lo sbandieratore filippino, il prode avvocato, e la smetta di molestare i cittadini viterbesi.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da