25092017Headline:

Vertenza Esattorie, giovedì l’incontro

Marcello Meroi coi dipendenti di Esattorie Spa

Marcello Meroi coi dipendenti di Esattorie Spa

Non solo Viterbo. Pure Bomarzo, Celleno, Civitella d’Agliano, Faleria, Marta, Montalto di Castro, Ronciglione, Tessennano e Valentano hanno affidato la riscossione di multe e tributi a Esattorie Spa. Tutti ora in agitazione perché la società ha chiesto il concordato preventivo in Tribunale, i dipendenti non percepiscono lo stipendio da marzo, a fine mese scadono le convenzioni e non si sa chi poi riscuoterà il malloppo. E allora tutti, su invito del presidente della Provincia Marcello Meroi, si incontreranno dopodomani a Palazzo Gentili, presenti anche Fabi, Filcams Cgil, Fisac Cgil, Uil Tucs. Intanto, i 38 lavoratori sono tornati ad aprire gli uffici, dopo che la società ha desistito dalla volontà di metterli tutti in ferie forzate, rischiando così di essere accusata per interruzione di pubblico servizio.

Nel tentativo di trovare una soluzione che possa scongiurare il licenziamento dei 38 lavoratori viterbesi di Esattorie spa alla data del 30 giugno prossimo, la società ha chiesto al presidente della Provincia di farsi portavoce, nei Comuni interessati, della necessità di rendersi disponibili a una gestione “in house”, propedeutica a un diverso successivo affidamento.

“In occasione dell’incontro che ho avuto, unitamente alle rappresentanze sindacali, il 4 giugno a Roma con i vertici di Esattorie spa nello studio dell’avvocato Alba Torresi quale rappresentante del concordato preventivo – ricorda Meroi – ho ricevuto da quest’ultima richiesta di collaborazione per raccogliere le valutazioni degli enti locali coinvolti nella vicenda in relazione alla ricerca di possibili soluzioni. Il tempo a disposizione prima della scadenza contrattuale del 30 giugno prossimo che lega la società alle amministrazioni è ormai molto breve. Auspico, pertanto, la partecipazione di tutti”. La Provincia è interessata dalla vertenza in quanto il 5 per cento della Tarsu i Comuni gliela versano obbligatoriamente.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da