16122017Headline:

A Caffeina il rapporto tra figlio e madre

Massimo Gramellini

Massimo Gramellini

Caffeina il tema centrale di due degli incontri in programma stasera è il rapporto con la madre che non c’è più. Alle 21.30, in Piazza Cappella, Sara Scalia racconta Miriam Mafai, a margine del libro “Una vita, quasi due“. Il racconto di una protagonista del ventesimo secolo vista dagli occhi della figlia. Miriam Mafai, giornalista, scrittrice e politica, è stata tra i fondatori del quotidiano “La Repubblica“. Contemporaneamente al Parco del Paradosso sarà Massimo Gramellini a incontrare il pubblico con “Quattro chiacchiere su sogni, segreti, vita e altro“. Vicedirettore de “La Stampa” e autore del corsivo “Buongiorno“, nel suo libro “Fai bei sogni” (oltre un milione di copie vendute) racconta la storia di una perdita, quella di sua madre, e di un segreto che riaffiora dal silenzio dopo quarant’anni.

Giovanni Negri, ex politico e parlamentare europeo, oggi imprenditore del vino e scrittore giallista, sarà alle 21 il protagonista della “piazza del giallo” al cortile San Carluccio – in uno degli appuntamenti curati dall’associazione Mariano Romiti – con il suo libro “Prendete e bevetene tutti. Un’indagine del commissario Cosulich“. Prima di lui, alle 19, Giovanni Spina, avvocato penalista, presenta il suo romanzo d’esordio “Scienza e coscienza“, mentre alle 22.30 Valerio Varesi parlerà del noir “Il rivoluzionario“.

Miriam Mafai

Miriam Mafai

Alle 22.30 nel cortile di Palazzo dei Priori Franco Limardi presenterà “Il bacio del brigante“, con letture di Massimo D’Alessio e interventi musicali dei Costa Volpara. Romano di nascita e viterbese d’adozione, i libri di Limardi sono tradotti in diversi Paesi. In quest’opera sceglie la Maremma viterbese per ambientare un dramma di fine ‘800, un romanzo sul brigantaggio che ha il passo epico del grande western (l’evento sarà tradotto in lingua italiana dei segni).

In piazza del Fosso, alle 21, Raffaella Regoli parlerà del libro “Il male ero io“. Giornalista, autrice televisiva e inviata per la Rai prima e per Mediaset poi, per la stesura di questo libro ha raccolto la storia di Pietro Maso e di uno dei più clamorosi casi di omicidio a sfondo familiare della cronaca italiana. A seguire (ore 22.30) concerto della Ciapica’s White Paper Band dal titolo “Inferno! Dante a Viterbo e altre bagattelle“.

Da segnalare una serie d’incontri di attualità, a partire da quello delle ore 18.30 nell’aula magna del complesso di San Carlo a Pianoscarano, organizzato da Università della Tuscia e Centro per gli Studi Criminologici. Donatella Ferranti, Glauco Giostra, Dino Martirano e Giulio Vesperini discuteranno di “Magistrati in politica. Tra garanzia di imparzialità e non dispersione delle competenze“, mentre in contemporanea il Gran Caffè Schenardi in Corso Italia si parla del fenomeno 5 Stelle a Parma con Marco Severo che presenta “Parma, Italia. Una città frontiera tra berlusconismo e democrazia a cinque stelle“. Il Due Righe Book Bar, per gli aperitivi con l’autore, ospita alle ore 20 Ilaria Guidantoni, autrice del libro “Chiacchiere, datteri e thè. Tunisi, viaggio in una società che cambia“, pubblicato a due anni esatti di distanza dalla caduta del dittatore tunisino Bel Alì.

Alle 23 nel cortile di San Pellegrino Ennio Cavalli, giornalista e poeta, caporedattore culturale del giornale Radio Rai, si esibirà in un reading con Valentina Montanari dal titolo “Poesie con qualcuno dentro” a margine del libro “Trattative con l’ombra“. Cavalli ha vinto prestigiosi premi nazionali quali il Campiello e il Viareggio e i suoi componimenti sono presenti nelle principali antologie di poeti.

Infine ecco gli appuntamenti di Slow Food Italia.  Si inizia a piazza Santa Maria Nuova alle ore 17.45 con “Slow Kids”, laboratori per bambini e seminari per genitori su cibo e dintorni condotti da educatori e nutrizionisti esperti. Alle 21 negli ambienti della Viterbo Sotterranea in Piazza della Morte laboratori del gusto con degustazioni guidate alla scoperta dei prodotti enogastronomici della regione. Alle 21.30 in Piazza Santa Maria Nuova Roberto Burdese e Maurizio Pallante, presidenti di Slow Food Italia e Movimento per la Decrescita Felice, parlano di “Cibo e decrescita felice“.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

25   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Provo sempre più disgusto per Caffeina.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da