21092017Headline:

I Kube vincono l’iRock Music Festival

irock13Si è conclusa con la vittoria dei Kube la prima edizione dell’iRock Music Festival, evento appendice della Stagione Borgiana 2013 di Nepi.

La kermesse a tutto rock, nata dalla fucina cultural-musicale della Stagione Borgiana, sotto la Direzione Artistica di Gregorio Puccio ed Emiliano Di Vozzo, ha contribuito ad arricchire il panorama musicale dell’estate di Nepi proponendo le performance di alcune tra le più affermate rock band del panorama nazionale.

Sulla spianata di Piazza d’Armi, nei giorni scorsi, si sono avvicendati: i Kutso, con la loro sgangherata comunicazione musicale, fatta di nonsense ma anche, ovviamente, di sano rock. I Ramiccia, con il loro ormai noto “bi-folk” sound, conosciuto e seguito da moltissimi fan scatenati. Gli Human Numbers, nota Tribute Band degli Iron Maiden, e infine i VRT, Tribute Band romana di Vasco Rossi riconosciuta anche dalla presenza in molti dei loro concerti di Andrea Braido, già chitarrista dello stesso Vasco per molti anni. In apertura, sul palco dell’iRock si sono esibite le due band finaliste del Contest: gli Helena e i Kube.

La giuria, composta esclusivamente da musicisti, si è espressa all’unanimità favorendo i Kube che si sono così aggiudicati la vittoria. Sin dalla prima canzone “Salvami”, i quattro musicisti – Marco Canigiula (voce), Sergio Tentella (batteria), Pietro Imperi (chitarra) e Simone D’Andrea (basso) – hanno conquistato la platea proponendo un repertorio di brani originali dal sound variegato e molto accattivante. Testi ricercati, contaminazioni elettroniche e presenza scenica sono stati gli ingredienti che hanno giocato a favore della band.

Premiati dal sindaco di Nepi, Franco Vita, i giovani artisti hanno dedicato la loro vittoria a tutte le band che hanno preso parte al concorso. Un significativo gesto di umiltà e sportività che centra in pieno quello che vuol essere lo spirito di festa e condivisione dell’evento.

I Kube hanno presentato le 8 canzoni che andranno a costituire il loro prossimo EP dal titolo “Il lento suicidio della natura”, in uscita a settembre su piattaforma digitale. Tra i brani eseguiti, anche il fortunato singolo “Nel regno dei balocchi”, già vincitore del contest “Rock in June” di Spoleto e finalista del “Premio Lunezia 2013”. La canzone, attraverso la metafora collodiana del Mangiafuoco, affronta il tema del controllo di massa proponendo l’immagine di un futuro forse “non troppo immaginario” nel quale l’uomo burattino si ribella al potere del burattinaio. Immediato lo slogan/ritornello “Questo non è, questo non è vivere!”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da