24112017Headline:

In Provincia situazione grave, ma non seria

merloQuelli che mettiamo il caso che la crisi in Provincia sia una partita di scopone scientifico tra Udc-Pdl-Fratelli d’Italia in cui nessuno dei giocatori riesce a sparigliare o ad apparigliare.

Quelli che, come hanno raccontato le cronache locali, “doveva essere questione di poche ore, poi le ore si sono trasformate in giorni e i giorni in settimane, ma a palazzo Gentili la fumata bianca tarda a farsi vedere” (1 giugno).

Quelli che “in Provincia situazione è grave ma non seria” e comunque l’obiettivo del presidente Marcello Meroi, cascasse il mondo,  “è trovare una soluzione possibilmente entro giovedì della prossima settimana, rimpastando la giunta e ridistribuendo le deleghe” (6 giugno).

Quelli che “il rimpasto finisce 2-2 tra Fratelli d’Italia e Udc”, onde per cui “al gruppo di Mantuano due assessorati, ne perde uno la formazione di Francesco Bigiotti, ma il capogruppo è il possibile nuovo presidente del consiglio” (11 luglio)

Quelli che ”il rimpasto si chiude la prossima settimana” sulla base di un “documento di tre o quattro punti qualificanti da portare a compimento entro fine legislatura”, per dare modo a Meroi di trovare “una intesa e  condivisione, visto che abbiamo del tempo davanti” (13 luglio).

Quelli che “il patto boccia l’ipotesi di rimpasto prospettato da Meroi nei giorni scorsi”, onde per cui “la giunta non si tocca”, col risultato che “solo una strada è percorribile e cioè che la giunta rimane con tre assessori al Pdl, tre all’Udc e uno a Fratelli d’Italia” (17 luglio).

Quelli che “pronto il documento Udc e Pdl”, ma attenzione, “non è un ultimatum – sillaba l’Udiccino Franceso Bigiotti – ma uno spunto per una rapida soluzione” (17 luglio)

Quelli che Meroi dice che “la crisi è da risolvere subito” e comunque sia, ricascasse il mondo, “non lascerò certo la Provincia alla sinistra”. E il motivo lo spiega il medesimo Meroi di “pirsona pirsonalmente” (copyright il maresciallo Catarella quando passa le telefonate al commissario Montalbano): “bisogna risolvere il tutto in tempi rapidissimi perché a questo punto il problema politico diventa problema amministrativo, bloccando la macchina” (18 luglio).

Quelli che sarebbe il caso che l’ultimo che esce da palazzo Gentili abbia la compiacenza di spegnere la luce.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da