21092017Headline:

La Tuscia fa la festa al vino

Ferindo Palombella brinda alle Feste del vino

Ferindo Palombella brinda alle Feste del vino

E’ stata presentata la dodicesima edizione delle Feste del Vino della Tuscia, manifestazione che fino al 18 agosto propone un calendario ricco di appuntamenti nei Comuni di Lubriano (24-31 luglio e 16 agosto), Civitella d’Agliano (26-28 luglio), Gradoli (26-28 luglio, 2-4 e 10 agosto), Tarquinia (1-4 agosto), Montefiascone (3-18 agosto), Castiglione in Teverina (7-11 agosto), Vignanello (10-15 agosto).

L’iniziativa – promossa dalla Camera di Commercio con il patrocinio di Regione, Provincia, Arsial, associazione Città del Vino ed Enoteca provinciale della Tuscia – consente ai turisti e visitatori di partecipare alle degustazioni di vini condotte da esperti sommelier e giornalisti specializzati, scoprire i prodotti tipici locali negli stand enogastronomici, visitare le numerose cantine e vigneti, prendere parte a esibizioni folcloristiche. In programma anche cene in piazza e nelle taverne, spettacoli musicali, eventi culturali e attività per bambini.

“Queste Feste – dichiara Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio – rappresentano molto di più di un momento ludico: attraverso esse si valorizza un prodotto, sono coinvolte aziende produttrici, si aggregano e appassionano centinaia di giovani, si rinnovano antiche tradizioni, si incrementa l’economia locale. In tutto ciò il vero valore aggiunto che abbiamo verificato in oltre un decennio è la creazione e il consolidamento di una rete in cui istituzioni, imprese, associazioni collaborano per la promozione del territorio. Un elemento fortemente innovativo per la Tuscia che dobbiamo patrimonializzare e mettere a sistema anche in altri ambiti, tanto più in una fase di grave difficoltà economica che sta colpendo soprattutto i nostri giovani. L’agricoltura, insieme al turismo, è uno dei pochi settori in cui l’occupazione ha il segno positivo. Le Feste del Vino, quest’anno, stanno anche a indicarci una direzione da intraprendere per lo sviluppo della Tuscia”.

“Porto in questa sede con piacere – ha spiegato l’assessore al Turismo di palazzo Gentili, Andrea Danti – i saluti della Provincia, del presidente Meroi e dell’assessore Ambrosini. Occupandomi più specificamente di turismo, spesso mi capita di trovarmi in questi tavoli, perché il vino, e più in generale il settore enogastronomico è un’eccellenza che qualifica la Tuscia. Penso per esempio alla BtsaA, al VisiTuscia, al Buy Lazio o al protocollo per la Carta turistica che presto andremo a firmare. Tuttavia queste attività non sempre bastano, dobbiamo impegnarci per fare sempre di più, migliorandoci soprattutto per ciò che concerne la promozione delle nostre peculiarità. Le Feste del Vino sono quindi un richiamo turistico fondamentale, sia per le realtà consolidate che per le positive new entry. E’ utile e intelligente metterle in rete e fare sistema, specie con uno sguardo particolare al mercato romano: dobbiamo approfittare della crisi per attirare e intercettare i turisti delle zone vicine che magari scelgono di non recarsi in ferie in località distanti. Nella Tuscia non dobbiamo pensare a fare turismo culturale, non sul modello di massa proposto da Rimini: il nostro è un turismo di qualità. Il vino in questo percorsa sicuramente ci aiuta, perché le produzioni della Tuscia non sono da meno di altre più famosi. Attraverso iniziative come le Feste del vino si promuove in modo positivo la nostra terra”.

Alla presentazione delle Feste del Vino della Tuscia sono intervenuti Mirco Luzi, sindaco di Castiglione in Teverina; Giuseppe Pagliaccia, sindaco di Lubriano; Vincenzo Grasselli, sindaco di Vignanello; Donatella Volpini, assessore del Comune di Gradoli; Umberto Contestabile, consigliere del Comune di Montefiascone; Francesca Fiordigigli, presidente della Pro loco di Civitella d’Agliano; Mauro Marinelli, vicepresidente del’Enoteca provinciale della Tuscia; Andrea Renna, direttore di Coldiretti; Daniele Ciorba, vicedirettore di Confagricoltura.

La promozione delle Feste del Vino prevede azioni di comunicazione a libvello nazionale e e soprattutto nelle regioni del centro Italia e nella Capitale, attraverso inserzioni pubblicitarie su quotidiani e riviste, affissioni nelle stazioni della Metro di Roma, banner su testate on line e portali, azioni di web marketing.

Per informazioni: www.tusciawelcome.it

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da