24112017Headline:

Marco Giallini racconta se stesso

Il regista Andrea Zaccariello

Il regista Andrea Zaccariello

La quarta giornata di Est Film Festival si Montefiascone sarà dedicata ad Andrea Zaccariello, ma soprattutto all’incontro con l’attore Marco Giallini.

È un mercoledì molto ricco per quanto riguarda la programmazione delle sezioni competitive: alle 11, alla Rocca dei Papi, per la sezione Documentari, è prevista la proiezione di “Il Leone di Orvieto” del regista Aureliano Amadei. L’opera racconta di Giancarlo Parretti, nato a Orvieto in una famiglia umile, che inizia a lavorare da molto presto. Ma già dai primi umili lavoretti dimostra di avere ben altre ambizioni. Nell’arco di vent’anni si associa con uomini della politica e della finanza, senza preclusione di colore, genere e credo, con l’unico fine di conquistare la Metro Goldwin Mayer. L’operazione si rivela il più grande crack finanziario della storia del cinema. Al termine della proiezione Amadei incontra il pubblico in sala.

Alle 17, alla Rocca dei Papi, la sezione Lungometraggi propone il film di Stefano Lodovichi “Aquadro”, vincitore quest’anno del RIFF, il festival del cinema indipendente di Roma. Il film fa parte del Progetto web movies, la linea editoriale di cinema di genere realizzata da Rai Cinema e finalizzata ad aprire nuovi canali di distribuzione alternativi alla sala tradizionale. Il film è stato infatti distribuito direttamente in internet, senza passare per le sale di cinema classico. Al termine della proiezione il regista incontrerà il pubblico per raccontare questa sua prima esperienza dietro la macchina da presa.

Alle 21.30, a piazzale Frigo, è la volta di Andrea Zaccariello che presenta la commedia “Ci vediamo domani”, con protagonisti Enrico Brignano, Ricky Tognazzi e Francesca Inaudi. Il film racconta la storia di Marcello Santilli, quarantenne irrequieto attratto dalla facile ricchezza ma ridotto sul lastrico, che scopre in Puglia un paese abitato da tantissimi vecchi. Ecco l’affare: aprirà un’agenzia di pompe funebri. Ma i giorni passano. E nemmeno un decesso, non una malattia, né un piccolo malore. Sembra impossibile: in quel paese non si muore! Al termine della proiezione è previsto l’incontro con il regista.

E per la serie di incontri comici con attori, a mezzanotte, l’attesissimo incontro con l’attore Marco Giallini che salirà sul palco di piazzale Frigo, sezione DopoFestival, per raccontare la sua esperienza di attore, tra piccolo e grande schermo, attraverso la proiezioni di numerose immagini dai film che lo hanno reso celebre, tra cui la doppietta “Io, loro e Lara” e “Posti in piedi in Paradiso” con Carlo Verdone, il ruolo del ‘Terribile’ nella serie “Romanzo criminale”, il celerino ‘Mazinga’ di “ACAB” per il quale ha vinto il Nastro d’Argento, il nonno rocker che si trucca come i ‘Kiss’ in “Buongiorno papà”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da