22112017Headline:

Marta, tre giorni per raccontare la Cannaiola

A Marta, sulle rive del lago di Bolsena. Da oggi a domenica, “La Dolce Vite 2013”. Degustazioni, seminari,  incontri, apertura delle cantine storiche e tour enogastronomici tra case, abitanti e mestieri della città. Un evento organizzato dal Comune di Marta, esercenti, pescatori e vignaioli. Un patrimonio che per la prima volta viene messo a sistema per un fine settimana all’insegna dell’eccellenza e della tipicità. Per un week end che faccia da volano e attrattore per l’economia del territorio e il turismo.

Il tutto accompagnato da un convegno che sabato (ore 16.30, sala convegni Relais del Lago) farà il punto sugli aspetti enologici, storici e territoriali della Cannaiola con la partecipazione del sindaco Lucia Catanesi, del consigliere regionale e Premio Nobel Riccardo Valentini e di relatori di fama internazionale. Tra loro, l’antropologo alimentare Sergio Grasso e docenti universitari come Antonio Ciaschi (geografo Unitus) e Fabio Mencarelli (Dibaf Unitus). Tra gli interventi previsti anche quelli di Marco Marucelli (giornalista enogastronomico) e Alessandro Scorsone (sommelier AIS che guiderà anche la degustazione prevista al termine del convegno).

Tre giorni anche per conoscere le realtà enologiche del Lazio con produttori provenienti da tutta la regione. “Non un confronto tra vini dolci, amabili e abboccati – spiegano gli organizzatori – ma una dichiarazione d’amore per la terra e il vino espressa in modo corale, coinvolgente, fuori da ogni competizione e da aride logiche di mercato”.

Otto antiche cantine storiche martane scavate nella roccia del Borgo Medievale apriranno così le porte agli amanti del bere per fare assaggiare la Cannaiola e gli altri calici dolci-amabili del Lazio, accompagnandoli con i prodotti delle diverse tradizioni regionali: biscotti, pane e olio, formaggi.

Domenica (ore 17.30 Largo Bracaletti) sarà poi la volta dell’incontro su “Vino e sacre Scritture”. Per tratteggiare l’importante legame tra vino e religione. Un momento di approfondimento multi-confessionale tra cristiani ed ebrei con la partecipazione del Parroco di Marta e il Rabbino della comunità israelitica.

Al Borgo dei Pescatori si terrà una originale “colazione con sentori di pesca” (domenica, ore 9) nel corso della quale le donne di Marta offriranno dolci e biscotti prodotti nelle case. Per i più giovani (ma non solo) è prevista inoltre una serata di giochi “speciali” e animazione. E infine l’apertura della mostra archeologica preistorica, le mostre d’arte, i menù dedicati dei ristoratori martani.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

16   Commenti

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da