23092017Headline:

Orsolini, Squinzi e la crisi dell’edilizia

Giorgio Squinzi

Giorgio Squinzi

Da un lato Rino Orsolini, titolare della Orsolini Spa e presidente di Federlazio Viterbo; dall’altro Giorgio Squinzi, amministratore unico di Mapei, nonché presidente nazionale di Confindustria: i due saranno oggi protagonisti di un incontro che si terrà a Patrica, in provincia di Frosinone, oggi pomeriggio alle 17.

Tema del dibattito sarà il difficile momento che sta attraversando l’Italia, ancora più evidente nel settore dell’edilizia, storico motore dell’economia italiana.

La crisi settoriale coinvolge infatti in maniera più o meno intensa molti paesi e in media ha determinato, dal 2008 al 2012, una contrazione degli investimenti in costruzioni del 18,1% in termini reali. Nel 2013, secondo l’Ance, in Italia proseguirà la fase di caduta con una riduzione degli investimenti in costruzioni del 3,8% in termini reali rispetto al 2012. In sei anni circa 53 miliardi di euro di investimenti in costruzioni in meno. Dal 2008 al 2013, il settore avrà perso circa il 30% degli investimenti e si colloca sui livelli di attività più bassi degli ultimi 40 anni.

D fronte a queste cifre i due dovranno rispondere a una serie di domande, tra cui: quali le prospettive di ripresa? Quale il contributo sinergico che il confronto costruttivo tra operatori del settore e partner commerciali può offrire alla ricerca di possibili vie d’uscita dalla crisi?

I lunghi  anni di intensa collaborazione lavorativa tra Orsolini e Mapei e, in particolare,  la lunga amicizia tra Giorgio Squinzi e Rino Orsolini, animeranno il  confronto e saranno lo spunto per trattare i temi in questione e proporre idee nuove.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da