23092017Headline:

Servillo sul palco, Cerami nel cuore

Nicola Piovani con Luca De Filippo

Nicola Piovani con Luca De Filippo

Sarà nel ricordo di Vincenzo Cerami la quattordicesima edizione del Fescennino d’oro che si celebra stasera a Corchiano. Il poeta, scrittore sceneggiatore giornalista era infatti membro della giuria del Premio Fescennino d’oro. Il sindaco Bèngasi Battisti, l’amministrazione comunale di Corchiano, le associazioni e la popolazione hanno voluto così partecipare al dolore per la scomparsa del grande artista che amò questa terra, a cui legò anche «qualche testo per la musica e molti appunti per film», come scrisse lui stesso a proposito della sua permanenza nel borgo della Tuscia viterbese.

Aveva votato anche per decretare il vincitore di quest’anno: l’attore Toni Servillo. Il sindaco Battisti ricorda come “il rapporto con lui negli anni era cresciuto. Aveva contribuito a rafforzare la solidarietà, era sempre pronto a collaborare su questo fronte. Il premio stesso anche quest’anno è legato a un progetto di solidarietà internazionale”. Lo ricorda anche l’amico di una vita, Nicola Piovani. “Più di una volta – dice – abbiamo scherzato insieme: “L’elogio funebre te lo farò io a te o tu a me?”. “Se tocca a me te lo faccio bellissimo”. Ma ora che tocca a me, mi sento a disagio. Quando un’artista muore (anche questo ce lo siamo detti spesso) e ci lascia nel dolore, è forse il momento meno indicato per fare il bilancio della sua opera e per lodarne la grandezza”. E parlando della sua poetica Piovani sottolinea: “Vincenzo era un artista sempre fuori campo: scrittore fra gli sceneggiatori, sceneggiatore fra i poeti, poeta fra i teatranti. La dimensione poetica di Cerami la conosco bene, da anni, l’ho vista procedere passo passo, su sentieri anche insidiosi, l’ho vista condensarsi nell’ultimo struggente libro Alla luce del sole. Verrà presto il tempo di rivisitare con impegno la sua opera. Oggi i ricordi si affollano nella mente”.

Il pubblico in piazza Pina Piovani

Il pubblico in piazza Pina Piovani

L’appuntamento dunque, è per stasera alle ore 21 in piazza Pina Piovani. Il riconoscimento, istituito dal musicista e compositore Nicola Piovani (la cui famiglia è originaria del borgo dell’Agro Falisco) viene assegnato a un artista che abbia svolto un’attività proiettata a tutelare e diffondere le tradizioni e il teatro popolare con nobiltà culturale attraverso la comunicativa teatrale. L’iniziativa, come ogni anno, si coniuga con la solidarietà;  il ricavato sarà infatti devoluto dall’Associazione Arnies.

L’ospite d’onore di quest’anno è Toni Servillo, attore teatrale e cinematografico, celebrato interprete di tante pellicole, tra cui vanno annoverate le recenti “Gomorra” di Matteo Garrone, il “Divo” e la “Grande bellezza” di Paolo Sorrentino, “Viva la libertà” di Roberto Andò,

Quest’anno il maestro Nicola Piovani propone il concerto mitologico “Viaggi di Ulisse”. «È un racconto in musica, per strumenti che si concertano con voci registrate – spiega il compositore, premio Oscar 1999 – con il film “La vita è bella” di Roberto Benigni – i cui temi sono legati  alle emozioni che mi hanno lasciato le letture e l’immaginazione di alcuni viaggi di Ulisse, personaggio vecchio di tre millenni, ma ancora oggi figura di un fascino e di una meraviglia indecifrabili. Con la musica strumentale non raccontiamo i fatti che solo la parola può descrivere. Ma la musica può tentare di materializzare la commozione che quei fatti ancora oggi sono capaci di suscitare».

Toni Servillo

Toni Servillo

I solisti dell’orchestra sono Andrea Avena al contrabbasso, Marina Cesari al sax / clarinetto, Pasquale Filastò al violoncello / mandoloncello, Ivan Gambini alla batteria / percussioni / fisarmonica, Nicola Piovani al pianoforte e Aidan Zammit alle tastiere / chitarra elettrica.

Verranno proposti i testi di Konstantinos Kavafis, Omero, James Joyce, Torquato Tasso, Pindaro e Umberto Saba a cui prestano la voce Carlo Cecchi, Paila Pavese, Massimo Popolizio, Mariano Rigillo, Virgilio Zernitz, James Joyce, Siobhan McKenna, Chiara Baffi e Massimo Wertmuller.

Domani sera poi, a partire dalle ore 19 fino all’alba, Corchiano sarà teatro della V edizione della “Notte bianca della via Amerina e delle Forre”, in collaborazione con l’associazione Comuni virtuosi. Nelle vie del centro storico, tribute band, tra cui Ac/Dc e Negrita, intrattenimento, cibo, prodotti del Biodistretto della via Amerina, iniziative per tutte le età fatte di esposizioni, enogastronomia, artisti di strada.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da