17102017Headline:

Smart city, il pallino di Domenico

Domenica Merlani

Domenica Merlani

Smart City: partiamo dalla definizione, così come dettata da Wikipedia. “L’espressione città intelligente (dall’inglese smart city) indica, in senso lato, un ambiente urbano in grado di agire attivamente per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. La città intelligente riesce a conciliare e soddisfare le esigenze dei cittadini, delle imprese e delle istituzioni, grazie anche all’impiego diffuso e innovativo delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Tic), in particolare nei campi della comunicazione, della mobilità, dell’ambiente e dell’efficienza energetica”.

E ora la  notizia. “Smart City per crescere: il modello di Unindustria per l’integrazione funzionale e sostenibile delle aree urbane del Lazio”: è il titolo del convegno organizzato dall’Unione degli industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo, in svolgimento martedì prossimo, ore 17,30, nell’auditorium del rettorato di Santa Maria in Gradi. E’ prevista, tra gli altri, la partecipazione di Fulvio Conti, amministratore delegato dell’Enel.

“Smart City –  spiega Domenico Merlani, presidente di Unindustria Viterbo – è l’unico sviluppo possibile per le città destinate a crescere e a concentrare popolazione e attività. Come nasce l’iniziativa? Dalla visita compiuta nelle scorse settimane a Malaga, la prima Smart City europea e, soprattutto, dalla consapevolezza degli imprenditori di saper interpretare i segnali di cambiamento e intuire le scelte giuste da compiere per non farsi trovare impreparati”. I modelli innovativi di cui alla Smart City trovano ovviamente il loro terreno d’elezione nell’edilizia, anche come risposta alla grave crisi in cui si dibatte il settore.

“In effetti – spiega Merlani – la Smart City può essere una delle soluzioni per uscire dal tunnel. Da tempo, infatti, l’aumento dei costi dell’energia e dello smaltimento dei rifiuti, abbinati alla crescente attenzione alla qualità della vita, impongono politiche di green economy, spingendoci a ripensare allo sviluppo delle città in modo completamento diverso rispetto al passato, tenendo conto delle opportunità che ci offre l’innovazione tecnologica”.

Secondo Unindustria Viterbo e al Tuscia nel suo insieme “offrono il contesto naturale per lo sviluppo di insediamenti abitativi a dimensione umana, tecnologicamente avanzati e in sintonia con l’habitat circostante”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da