17122017Headline:

Vitorchiano, via al teatro amatoriale

E stata presentata all’interno del palazzo comunale di Vitorchiano la settima rassegna di teatro amatoriale “Fidelitas. Premio Sandro e Marco”, organizzata dalla compagnia “In…stabile” con il contributo di Comune e Pro Loco e il patrocinio di Provincia e Regione. Il festival in pochi anni è diventato uno degli appuntamenti più seguiti dagli appassionati e dalle stesse compagnie: non è un caso, ad esempio, che, su sei spettacoli in cartellone, sono state più di venti quelle che, da tutta Italia, hanno chiesto di partecipare. Le rappresentazioni si svolgeranno tutte all’aperto, negli spazi del convento di Sant’Antonio, a partire dalle ore 21.15 (l’ingresso costa 5 euro; l’abbonamento a 6 spettacoli con posto riservato costa invece 25 euro).

Questi gli spettacoli in rassegna: si inizia venerdì 12 luglio con “Il penultimo scalino” di Samy Fayad per la regia di Enzo Ardone, portato in scena dalla Bottega dei Rebardò di Roma. Il giorno dopo tocca a “La grande magia” di Eduardo De Filippo, sempre per la regia di Enzo Ardone, messo in scena dalla compagnia La Rive Gauche di Roma. Il primo dei due lunghi weekend si conclude domenica 14 luglio con “La costruzione” di Roberto Russo, per la regia di Sara Pane e gli attori della compagnia Luna Nova di Latina. Si riprende venerdì 19 luglio con “Ferdinando” di Annibale Ruccello per la regia di Roberta Principe portata in scena dalla compagnia Vulimm’vulà di Pozzuoli; a seguire il 20 luglio “Io, l’erede” di Eduardo De Filippo, con l’adattamento e la regia di Michele Puntillo, rappresentata dalla com pagnia L’Altro Teatro di Gravina in Puglia (Bari). Conclusione domenica 21 luglio con “Chi ha paura di Vincent Price?” di Franco Limardi, per la regia di Paolo Berni e con la Compagnia del Chiodo d’Oro di Vetralla: nella stessa serata si conoscerà il nome dello spettacolo vincitore.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da