25092017Headline:

A Bolsena la riscoperta del lavatoio

Lavandaie Bolsena (1)Un successo strepitoso. Il lavatoio pubblico di Bolsena è tornato un luogo di festa e di socialità grazie alla Compagnia delle Lavandaie della Tuscia, che sabato e domenica ha fatto la sua prima uscita nell’ambito di Lacuaria Bolsena Musica Festival, l’anima musicale di Temp’Estiva. Ingredienti di queste originali mattinate di spettacolo per le strade di Bolsena e poi presso il lavatoio pubblico (in bolsenese; ‘rrigo) sono stati la gioia e l’orgoglio di esibire la propria maestrìa, l’improvvisazione teatrale e canora, la fantasia, lo scherzo e la partecipazione popolare.
Nata da un’idea di Simonetta Chiaretti e pensata come una vera e propria “compagnia instabile”, la Compagnia delle lavandaie della Tuscia è un gruppo costituito da donne che hanno conservato l’uso e l’arte di lavare i panni nelle acque del Lavatoio pubblico e da altre che hanno aderito con entusiasmo all’idea di recuperare e valorizzare un’esperienza tradizionale di lavoro e di socializzazione tra le donne del paese.
Lavandaie Bolsena (3)Il lavaggio di gruppo – che si è svolto con modalità, abbigliamento e strumenti tradizionali – è stato – come era nelle intenzioni – un vero e proprio laboratorio, in cui la confidenza con l’acqua corrente del ‘rrigo e la maestria delle lavandaie “storiche” ha contagiato le donne più giovani e il pubblico che, numeroso, ammirato e divertito ha assiepato il lavatoio e gli spazi attorno.
Il contemporaneo svolgimento del Bolsena Photo Festival, altra importante componente artistica di Temp’Estiva, ha innescato una vera e propria gara a fotografare, filmare, documentare in ogni forma un evento inedito e corale.
L’evento si è concluso con la simbolica consegna dei panni lavati e stirati ad una rappresentante della locale sezione della Croce Rossa Italiana.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da