21092017Headline:

Caprarola, concerto omaggio a Carosone

Nando Citarella e Tamburi del Vesuvio protagonisti a Caprarola questa sera per un concerto omaggio a Renato Carosone dal titolo “Caro(so)nando. Swing, ammore e tradizione”, nell’ambito del festival di musica e teatro popolare “Di Voci e di Suoni”. A partire dalle ore 21.30, nel cortile interno di Palazzo Farnese, un’immersione nella musica del grande Renato Carosone. Attraverso canzoni come “Giuvanne co ‘a chitarra” e “Tu vuo’ fa’ l’americano”, Nando Citarella, accompagnato da musicisti d’eccezione quali Gabriella Aiello, Pietro Cernuto, Giovanni Di Carlo, Pierluigi Pensabene, Fabrizio Mannino e Alessandro Patti, guida gli spettatori nel percorso artistico del grande cantante iniziato a Napoli ed arrivato addirittura oltreoceano (da Cuba a Maracaibo) facendo b allare generazioni tra il rock e la tarantella, la canzonetta e il jazz, senza mai dimenticare le proprie origini.

“Le radici sono ali, non sono gabbie. Ti danno un posto dove tornare, ma anche la spinta a partire” diceva Carosone, e infatti la cosa più importante per lui era il suo essere napoletano e campano. Nei musicisti di questa terra c’è una sorta di grande rispetto verso la sacralità della musica tradizionale, come fosse un’energia che sta alla base di Napoli stessa, e dalla quale è difficile staccarsi. Napoli si nutre di musica, è un’energia che assorbe e ridistribuisce. Così è la stessa Napoli, ancora oggi, a parlare di Carosone. Nel senso che non c’è casa o vicolo della città in cui non si senta suonare la sua musica.

Costo del biglietto: 7 euro intero, 5 euro ridotto. Per info: 0761.645028 – www.compagniapeppinoliuzzi.it.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da