22112017Headline:

Emergenza caldo: c’è il numero verde

Anche se nelle prossime ore è previsto un abbassamento delle temperature, il Ministero della Salute ha fornito utili consigli soprattutto per le fasce deboli (bambini, anziani, persone affette da patologie cardiache o polmonari).

“Durante le giornate in cui viene previsto un rischio elevato per le successive 24-48 ore – si legge nell’avviso – (livelli 2 e 3), deve essere ridotta l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 12 e le 18. E’ sconsigliato in particolare l’accesso ai parchi e alle aree verdi ai bambini molto piccoli, agli anziani, alle persone non autosufficienti o alle persone convalescenti. È opportuno migliorare il clima dell’ambiente domestico e di lavoro, evitare continui passaggi dagli ambienti caldi a quelli più freschi, soprattutto se si soffre da malattie respiratorie. È bene bere molti liquidi e mangiare molta frutta, conservare correttamente gli alimenti, evitare pasti particolarmente abbondanti, indossare un abbigliamento leggero”. Ulteriori accorgimenti sono inoltre necessari per ipertesi e cardiopatici.

In questo periodo l’assessorato ai Servizi sociali di palazzo dei Priori, in collaborazione con il consorzio Mosaico, garantisce agli anziani e alle persone diversamente abili, la consegna a domicilio di ridotte quantità di generi alimentari, di ricette e/o farmaci. Il tutto attraverso il numero verde 800 171034, attivo anche nei festivi, compreso il giorno di Ferragosto.

Oltre al numero verde, dalle 9 alle 18, si può contattare anche il 348 7619843, rivolgendosi direttamente agli incaricati comunali. “Un servizio che il Comune mette a disposizione per i cittadini in difficoltà – ha sottolineato l’assessore ai Servizi sociali Fabrizio Fersini – in particolare per quelle fasce che in questi mesi estivi soffrono di più il caldo. Un’attenzione speciale, quindi, ai diversamente abili, ma anche agli anziani, che tra tutte le povertà sociali vivono forse quella più spietata, la solitudine. Con questo numero verde l’assessorato cerca di far sentire le persone meno sole”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da