23092017Headline:

Energie rinovabili: no al bando unico

Enio Gentili

Enio Gentili

Apprezzamento è stato espresso dalla Cna per l’impegno della Regione a utilizzare parte dei fondi comunitari a favore di interventi per l’efficienza energetica e la produzione di energie rinnovabili negli edifici pubblici: sicuramente i 25 milioni di euro disponibili potranno dare ossigeno a settori trainanti oggi in grave affanno. Non mancano, però, le preoccupazioni riguardo alle procedure che saranno adottate, poiché dal convegno tenutosi per la presentazione del Fondo regionale di promozione dell’efficienza è emersa la possibilità che i lavori siano accorpati in un unico bando.

Il direttore della Cna del Lazio, Lorenzo Tagliavanti, ha quindi scritto all’assessore regionale all’Ambiente Fabio Refrigeri, per invitarlo a non seguire questa strada. Secondo l’associazione di categoria, un’unica gara richiederebbe dei requisiti che escluderebbero, di fatto, le piccole imprese dalla possibilità di partecipare in via diretta. “Concordiamo sulla necessità di evitare una eccessiva polverizzazione degli interventi, che sarebbero in tal modo difficile da gestire, ma – suggerisce Tagliavanti – riteniamo che si debbano preferire lotti non superiori a tre milioni di euro, per assicurare un’adeguata partecipazione degli operatori locali, rispettando il principio di una efficiente gestione delle procedure”.

L’iniziativa è stata concordata e condivisa con tutte le articolazioni territoriali della Cna. Per Enio Gentili, presidente di Cna Costruzioni di Viterbo e Civitavecchia, “non possono essere compiute scelte che penalizzerebbero le piccole e medie imprese della filiera dell’edilizia, soprattutto in una fase di fermo dei lavori. Sarebbe assurdo se le nostre realtà locali, che hanno fatto il possibile per resistere alla crisi, fossero tagliate fuori da un’operazione che proietta i territori verso la ripresa, lungo un percorso di sviluppo innovativo, legato alla green economy”.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da