16122017Headline:

I luoghi segreti dei vip viterbesi

spiaggia

Dove andranno in vacanza i Vip viterbesi? E’ la domanda che tiene tutti in sospeso, più dei calcoli sul reale quoziente intellettivo di Calderoli, più delle scommesse su quanti allenatori cambierà quest’anno la Roma. Noi di Viterbopost, dopo giorni di febbrili indagini tra agenzie di viaggi e gole profonde, siamo in grado di rivelarvi tutto. E tenetevi forte.

Leonardo Bonucci. Dopo le fatiche (si fa per dire) della Confederations cup, niente vacanze per il difensore di Pianoscarano. Che è subito corso nel ritiro della Juventus a Chatillon per mettersi a disposizione di Antonio Conte. Un vero stacanovista, il nostro Leonardo, e amante dei sacrifici: se ne sta sulle alpi valdostane, in mezzo ad un sacco di figa, con la Ferrari parcheggiata in giardino e vitto e alloggio pagati. Il tutto, per la miseria di due milioni di euro l’anno. Massima solidarietà.

Claudio Brachino. Il neo direttore di Sport mediaset ha scelto una destinazione esotica, a cinque stelle, riservata ed esclusivissima. Trascorrerà infatti due settimane a Milanello ad occuparsi degli alluci di Robinho.

Benedetta Bruzziches. L’emergente stilista di Caprarola ha scelto gli Stati Uniti, e precisamente New York. Musei, la Statua delle Libertà, le atmosfere alla Woody Allen del Village. Ma soprattutto, la creativa della moda si è soffermata a lungo a Wall Street, dove ha cercato un’ispirazione per la sua prossima “borsa”.

Piermaria Cecchini. Il famosissimo attore viterbese si prende un po’ di relax alle Saline di Tarquinia in attesa di girare il suo prossimo film: un cinepanettone intitolato “Natale a Castel d’Asso”, dove interpreta, con maestria un ruolo di primo piano. Cecchini infatti sarà la buca alla fine di strada Bagni, dove tutti gli automobilisti rompono puntualmente la coppa dell’olio. Si preannuncia la solita interpretazione magistrale, già si sente profumo di Oscar.

Giuseppe Fioroni. Il pezzo grosso della politica viterbese e nazionale, trascorrerà qualche giorno in Toscana, precisamente a Firenze, ospite del suo grandissimo amico Matteo Renzi. Che dopo aver messo a disposizione di Montezemolo il Ponte vecchio, ha aperto un altro gioiello fiorentino esclusivamente per Fioroni. Alloggerà infatti nei sotterranei della Fortezza da basso, della quale è stata preventivamente buttata la chiave. Pronto anche il menù per l’ospite illustre: pane e acqua. “E’ come andare al centro Messeguè – ha commentato Fioroni – solo che qui è gratis”.

Giulio Marini. L’ex sindaco è partito per un lungo viaggio in Polinesia. A Taiti si è trovato così bene che intende candidarsi come primo cittadino dell’isola. “Se verrò eletto – ha spiegato in dialetto piascaranese ad una folla entusiasta di polinesiani – vi prometto che porterò qui i 12 milioni del progetto Plus”. Applausi convinti dal pubblico. Già pronto lo slogan della campagna elettorale: “Più noci di cocco per tutti”.

Marcello Meroi. Dopo aver risolto felicemente e in tempi rapidissimi la crisi in Provincia, il presidente trascorrerà le vacanze nella Striscia di Gaza, dove gli è stato chiesto di mettere mano al conflitto in Medioriente: “Se è riuscito a mettere d’accordo Bigiotti e Torromacco, per lui sarà uno scherzetto far firmare la pace a israeliani e palestinesi”, spiega un comunicato delle Nazioni Unite.

Leonardo Michelini. Estate di lavoro per il sindaco. Dopo aver promesso insieme all’assessore Barelli che pagheranno di tasca loro gli spettacoli di Ferento, la vulcanica coppia ha trovato un impiego come camerieri alla pizzeria Monastero. La paga non è altissima, ma confidano molto nelle mance.

Filippo Rossi. Il presidente del consiglio comunale, giornalista, scrittore e tante altre cose che non ci interessano, è in vacanza a Kabul, dove pensa di organizzare un’edizione afghana di Caffeina. “Se riusciamo a parlare tra un’esplosione è l’altra, se indossiamo tutti il burqa e se preghiamo verso la Mecca tre volte al giorno è fatta”, ha scritto Rossi su Facebook. L’unico problema serio sembra un sito internet locale, Kabulweb, che ha una linea editoriale molto conservatrice, o meglio talebana.

Ugo Sposetti. Come ogni anno, il senatore, in versione ragionier Filini, ha organizzato il Grest per tutti i colleghi nostalgici del Pd e di Sel. In Siberia, nel rinomato campeggio “Da Baffone”, tra esercizi fisici, canti popolari e grandi bevute di vodka. La durata minima è di due settimane, ma c’è anche chi ci è rimasto per tutta la vita.

Giammaria Santucci. L’ex golden boy della politica viterbese ha scelto per le sue vacanze Riposto, amena località siciliana dell’area jonico-etnea in provincia di Catania e cittadina che ha dato i natali a Franco Battiato. Ospite del cantautore, l’ex assessore provinciale potrà così finalmente trovare il suo “centro di gravità permanente”. Magari da inserire all’interno di una rotatoria.

Roberto Vittori. L’astronauta si rilassa nella sua Bomarzo, tra cene con gli amici, lunghe passeggiate e gite al parco dei Mostri, dove alcuni turisti norvegesi lo hanno visto mentre dava la caccia agli alieni: “Sto solo cercando una venusiana troppo carina che avevo intravisto appena fuori dall’orbita di Plutone”, ha spiegato il cosmonauta.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da