23092017Headline:

Latte ovino, il prezzo deve salire

coldirettiIl prezzo del latte ovino venga portato a un euro per litro. La richiesta arriva dalla Coldiretti, a margine dell’inaugurazione della festa della pastorizia di Farnese. E’ stato il presidente dell’associazione, Mauro Pacifici, ad evidenziare una questione che si ripropone ciclicamente. “Ho già preso contatti con il presidente regionale, David Granieri, e il direttore regionale di Coldiretti Lazio, Aldo Mattia, affinché – annuncia Pacifici – si facciano parte diligente per far convocare al più presto gli opportuni tavoli di trattativa”.

Il nodo è semplice: se non si aumenta il prezzo, per i produttori italiani non sarà più conveniente investire nel settore e allora i frigo si riempiranno di latte proveniente dall’estero. Le conseguenze? Le garanzie sulla qualità e salubrità non potrebbero che abbassarsi. “Chiederemo – continua il presidente di Coldiretti – che il prezzo, compreso iva, possa essere incrementato andando a toccare quota un euro a litro. Solo così daremo, almeno parzialmente, soddisfazione agli allevatori e ai
loro familiari che con passione e abnegazione garantiscono un prodotto di qualità ricercato e ormai affermato, scongiurando l’arrivo di latte straniero spacciato per locale”.

L’occasione per affrontare la vertenza è stata, come detto, l’inaugurazione della festa della pastorizia di Farnese. “Un appuntamento – ha detto Andrea Renna, direttore dell’associazione – tra i più importanti del comparto non solo a livello provinciale ma anche regionale. Coldiretti Viterbo
ha garantito la massima collaborazione per le prossime edizioni e, riguardo le problematiche legate alla vertenza del prezzo ovino, continuerà a seguire da vicino l’evolversi della situazione mettendo in atto tutto quanto nelle proprie possibilità per dare risposte agli allevatori di Farnese, dove la
pastorizia rappresenta una percentuale significativa alla voce occupazione, e di tutta la Tuscia”.

L’acquisto e il consumo di prodotti tipici direttamente dai produttori anche nelle feste e nelle varie sagre, oltre che nelle botteghe o nei mercati degli agricoltori ha fatto segnare incrementi
importanti pure in provincia di Viterbo. Nei prossimi giorni la Coldiretti tornerà sull’argomento, fornendo dati emersi dai primi riscontri realizzati a macchia di leopardo su tutto il territorio.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da