23112017Headline:

Cigl: “Acquapendente non va confinata”

Miranda Perinelli

Miranda Perinelli

Acquapendente, terra di confine ma non ai confini. La Cgil organizza per oggi una giornata incentrata sulla realtà aquesiana, puntando i riflettori sulle debolezze del territorio ma soprattutto sulle potenzialità. L’iniziativa rientra nell’ambito di “Piazza bella piazza 2013: il piano di lavoro”, manifestazione cigiellina che tocca tutta Italia e che culminerà il 7 settembre al teatro Tendastrisce a Roma, con la festa della Cgil di Roma e del Lazio alla presenza del segretario generale Susanna Camusso.

“La collocazione geografica al confine con Umbria e Toscana – spiega la responsabile locale del sindacato, Miranda Perinelli – può sicuramente essere una leva preziosa per confluire in uno sviluppo policentrico dell’Italia di mezzo, che coinvolga anche le altre regioni centrali, come le Marche e l’Abruzzo”. Le potenzialità da sfruttare per la Cgil sono rappresentate dalle bellezze naturali, storiche, ambientali e architettoniche. “Le risorse – ragiona Perinelli – già ci sono, basta saperle far fruttare utilizzando i finanziamenti europei. E’ dalla progettazione che nascono le uniche opportunità di rilancio del territorio”.

Ma oltre alla opportunità ci sono anche i problemi quotidiani da risolvere. Primo fra tutti lo smantellamento dell’ospedale, nonostante i tempi per raggiungere Belcolle a Viterbo siano tali da mettere a repentaglio la salute dei cittadini, specie nei casi in è la tempestività dell’intervento a fare la differenza. Qui la Polverini ha lasciato solo 8 posti letto ordinari e chiuso il pronto soccorso. Inoltre, la piazzola per l’elisoccorso, nonostante sia completata, non è mai stata attivata perché manca il collaudo. “Le istituzioni – afferma il segretario – devono garantire una maggiore attenzione alla riorganizzazione dei servizi locali per sopperire all’eccessiva distanza di Acquapendente dal capoluogo”.

Ecco nel dettaglio l’appuntamento di lunedì. Si inizia a piazza Girolamo Fabrizio alle 16.30 con l’iniziativa organizzata dalla Spi LiberEtà di Viterbo dal titolo “Cittadinanza attiva e impegno nel territorio”. L’introduzione sarà di Luciano Arezzini (segretario Acquapendente), poi interverrà Giovan Battista Martinelli (segretario della categoria di Viterbo). Alle 18 prevista la tavola rotonda dal titolo “Un territorio ai confini ma non ai margini” a cui prederanno parte Patrizia Chierchini, dirigente sanitario Asl, Alberto Bambini (sindaco di Acquapendente), Alessandra Terrosi (deputata Partito democratico), Riccardo Valentini (Consigliere regionale Pd), Luigia Melaragni (segretaria Cna Viterbo Civitavecchia), Miranda Perinelli e Teti Croci (segretario generale Spi Lazio). A coordinare il tutto, il giornalista del Messaggero Luciano Costantini. Dopo il buffet previsto per le 20, dalle 21 musica dal vivo.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da