26092017Headline:

Il buon senso contro l’arroganza

L'assessore alla Cultura Giacomo Barelli

L’assessore alla Cultura Giacomo Barelli

“Il mio è stato ed è un sostegno istituzionale al fondamentale percorso che farà della Macchina di Santa Rosa Patrimonio Immateriale dell’Umanità. La Macchina di Santa Rosa e il suo trasporto per le vie della città sono innanzitutto patrimonio comune e condiviso da tutti i cittadini. Le amministrazioni comunali, a partire da quelle precedenti, hanno sempre seguito con attenzione e impegno l’iter che ha portato a questo grande risultato. Attenzione e impegno che intendiamo mantenere e portare avanti fino in fondo. Un iter che vede nel Sodalizio dei Facchini un punto di riferimento”. Giacomo Barelli si cosparge il capo di cenere, intervenendo dopo le dichiarazioni rilasciate agli organi di informazione dal presidente del Sodalizio dei Facchini Massimo Mecarini sul riconoscimento Unesco alla Macchina di Santa Rosa come Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

“Nessuna polemica: anzi, la mia comunicazione a mezzo stampa voleva essere solo un sostegno all’iniziativa e un modo per amplificarne la risonanza mediatica – precisa l’assessore Barelli – e per questo ho parlato personalmente col presidente Mecarini al fine di chiarire il significato e la motivazione del comunicato stampa dell’assessorato. Ho precisato – aggiunge Barelli – che riconosco il lavoro svolto dal Sodalizio dei Facchini e dallo stesso presidente, e anche la paternità dell’iniziativa. Nessuno ha tentato di mettere il cappello sulla questione, bensì era mia intenzione valorizzarla a mezzo stampa. Il riconoscimento da parte dell’Unesco costituirà indubbiamente una svolta importante per la vita culturale di tutta la città. Mi auguro che possiamo essere tutti uniti in questo percorso. Cosa di cui sono convinto”.

Barelli ha deciso di prendersi colpe che non aveva, giacché per un assessore dare un annuncio che riguarda un evento di cui il Comune è il legittimo depositario è la cosa più normale di questo mondo. Ma ha dimostrando il buon senso dell’amministratore. Se qualcuno deve chiedere scusa, questi è proprio il presidente del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, che non sa neppure dove stiano di casa il buon senso e, soprattutto, la buona creanza.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

338   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Che l’ottuso Barelli, che sprizza arroganza e prosopopea da tutti i pori (d’altra parte il suo maestro e padrone Filippo Rossi da Trieste è notoriamente magister arrogantiae), sia un buonsensaiolo è veramente la barzelletta dell’anno. Complimenti caro Sassi, lei è proprio un grande umorista.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da