23092017Headline:

L’onorificenza a Gigi Proietti? Che casino

Gigi Proietti con Sergio Fiorentini (il mitico brigadiere Cacciapuoti)

Gigi Proietti con Sergio Fiorentini (il mitico brigadiere Cacciapuoti)

La cittadinanza onoraria a Gigi Proietti meriterebbe un’indagine del maresciallo Rocca. Una di quelle soft, col sorriso sulle labbra, per poi scoprire che spesso sarebbe bastato un po’ di buonsenso per far passare tutto liscio. E invece. Invece s’inciampa nell’incidente, nella polemicuccia, nel “potevano comportarsi in modo diverso”.

Prima l’antefatto, che il Post, qui, vi aveva anticipato qualche settimana fa. Gigi Proietti tornerà lunedì prossimo nella città che lo ha visto protagonista di tante e tante avventure nei panni del maresciallo Rocca. Allora, al teatro Genio, l’illustre attore parlerà di quella esperienza, sciorinerà aneddoti e retroscena, riceverà il giusto omaggio della sua città d’adozione. E’ l’appuntamento clou della giornata viterbese del Roma fiction fest, e infatti, andando a leggere il programma ufficiale, si viene a sapere che quel giorno, al Genio, Proietti “riceverà al termine dell’incontro la cittadinanza onoraria”. Bene, nessuno oserebbe mai storcere il naso di fronte ad un riconoscimento del genere, per di più dato – rara avis – ad uno che se lo merita con tutto il cuore. I problemi arrivano dopo.

Giammaria Santucci

Giammaria Santucci

Per esempio, quando la lenta ed elefentiaca macchina burocratica si mette in moto. Già, perché la cittadinanza onoraria non si concede mica così, con due righe in un comunicato stampa. Ci vogliono dei passaggi, più o meno obbligati. Per esempio in commissione, per esempio in consiglio comunale. Ora però accade che i tempi siano stretti, che l’ultimo consiglio comunale prima di lunedì è per oggi – e in quelli precedenti non c’è stato spazio, né era stato ancora ufficializzato il programma della Fiction fest – e allora si fa quel che si può. Considerando anche che la nuova giunta sta ancora imparando il complesso, e un po’ incasinato, meccanismo istituzionale. Ecco dunque che il consigliere comunale Gianmaria Santucci, democristiano di formazione ma battagliero per necessità, ha postato su Facebook una rivelazione: “Mi ha appena chiamato un funzionario comunale per dirmi che la pratica di cittadinanza onorifica di Gigi Proietti non passerà in commissione…il sindaco ha detto che non c’è tempo….né la voglia mi pare…”. Tastiera birichina.

Niente commissione, dunque, perché non ce ne sarebbe tempo (anche se per qualcuno, a partire dallo stesso Santucci, la si poteva convocare d’urgenza stamane). Si va direttamente in consiglio comunale, oggi. Fermo restando che nessuno dirà no ad una cosa del genere – perché l’iniziativa, va ripetuto, è bella e valida – vale la pena registrare qualche malumore di Santucci, ma magari anche di altri. A partire dal fatto che a chiamare l’opposizione per suggerirle di non contrastare l’iniziativa della giunta, sia stato “un funzionario comunale”, e non, come imporrebbe il fair play istituzionale lo stesso sindaco in persona personalmente. Si sa quanto sono permalosi, certi consiglieri. “E poi, ciò che mi pare irrituale – ha detto Santucci – è che la cittadinanza verrà consegnata in un teatro, per quanto storico come il Genio, e non nella sede ideale per queste cose, e cioé palazzo dei Priori”. Altrettanto irrituale il fatto che la cosa oggi venga passata in consiglio senza una discussione a monte. La commissione, “oppure magari la convocazione dei capigruppo, che sarebbe stata più opportuna”, chiosa Santucci.

Oggi, in consiglio, sapremo. Di certo, su quel programma ufficiale è già stata annunciata la consegna della cittadinanza onoraria a Gigi Proietti. Lui sì, che se la merita.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

15   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Elli, elli, elli, sarà l’ennesima figurina di m. dell’ottuso superassessore alla kultura Barelli?

  2. Giorgio Molino scrive:

    L’ottuso Barelli sbrocca di fronte alla divisa del Maresciallo Rocca.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da