20112017Headline:

Da Acquapendente a Segretario di Stato

image“Un uomo di un altro livello”. Il sindaco di Acquapendente, Alberto Bambini, in poche parole descrive il ritratto di monsignor Pietro Parolin, nuovo segretario di Stato Vaticano, e sinora arcivescovo del paese nonché nunzio in Venenzuela. “La sua nomina – racconta il primo cittadino – è avvenuta a fine 2009. In contemporanea, ha ricevuto anche l’incarico in Sudamerica, quindi è partito ma la sua figura in paese ha lasciato il segno”.

Bambini lo ha incontrato due volte. “La prima, subito dopo la sua nomina ad arcivescovo – racconta – è avvenuta in Vaticano. Ci ha invitati come delegati del Comune. Poi, nel 201o è stato ad Acquapendente in occasione dell’inaugurazione del nuovo polo sportivo in località Boario” ( le foto si riferiscono proprio ai festeggiamenti di Sant’Ermete nell’agosto 2010, quando ci fu l’inaugurazione dei campi da tennis). In quell’occasione, monsignor Parolin si è trattenuto in paese per alcuni giorni, ha celebrato messa, ha incontrato molti cittadini. “Quello che ci ricordiamo di lui – afferma – è una spiccata umanità e umiltà nel rapportarsi con le persone. Si fermava a parlare e salutare tutti. Uno spirito molto simile a quello di papa Bergoglio, che non ha caso secondo me lo ha scelto”. Quello di arcivescovo di Acquapendente è comunque un titolo onorifico, perché materialmente a operare sul territorio è il vescovo di Viterbo.

imageBambini e il parroco don Enrico Castauro hanno invitato Parolin a tornare ad Acquapendente, inviandogli un telegramma di congratulazioni. “Il signor sindaco della città di Acquapendente, Alberto Bambini, e l’arciprete parroco don Enrico Castauro – si legge nel messaggio – formulano a sua Eccellenza Reverendissima monsignor Pietro Parolin i migliori auguri per il nuovo alto incarico che andrà a svolgere a servizio della Chiesa universale, e colgono l’occasione per invitare fin d’ora Sua eccellenza a visitare la città di Acquapendente alla quale ha dato tanto lustro.”

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da