22112017Headline:

Quelli che… a volte ritornano in Forza Italia

merloE adesso che si riavvolge il nastro della storia recente (diciamo a occhio e croce poco meno di un ventennio) e che anche nel patrimonio di San Pietro in Tuscia rinasce Forza Italia, converrà tosto andare a prendere nota delle frasi memorabili pronunciate dai maggiorenti del nuovo (?) partito voluto da Silvio Berlusconi.

Quelli che “anche a Viterbo i consiglieri di Palazzo dei Priori eletti nelle liste del Pdl hanno voluto dichiarare, a breve giro di posta e senza esitazioni, la propria adesione alla rinnovata formazione politica fondata dal Cavaliere” (Comunicato stampa del 20 settembre).

Quelli che allora, senza perdere tempo, hanno eletto capogruppo di Forza Italia a palazzo dei Priori Claudio Ubertini che guiderà un truppa composta da Giulio Marini, Antonella Sberna, Elpidio Micci e Vittorio Galati.

Quelli che, come Giulio Marini (ex senatore, ex deputato, ex presidente della Provincia, ex sindaco, ex coordinatore provinciale del Pdl), hanno dato notizia ufficiale che dal che dal primo ottobre 2013 la sede cittadina di Forza Italia aprirà nei locali di via Gargana 40 a Viterbo.

Quelli che aderiscono, sono in procinto di aderire, non aderiscono.

Quelli che “ non aderirò alla nuova Forza Italia” per la semplice ragione che “sono per un centrodestra unico oppure, quantomeno, federato, una sigla dietro la quale si deve ritrovare tutto il centrodestra, anche perché, ammesso che cambi legge elettorale, lo spacchettamento del centrodestra non fa vincere’’ (Marcello Meroi, presidente della Provincia eletto col Pdl).

Quelli che “visto come sono andate le cose, per quanto ci riguarda, a scioglierci per confluire in qualche altro soggetto politico non ci pensiamo nemmeno, specialmente se si trattasse di un ex qualcosa” (Mauro Rotelli, Fratelli d’Italia)-

Quelli che “il ritorno al passato non è sempre un’idea straordinaria e come prima cosa dobbiamo trovare le forme per rivolgerci in particolare alle nuove generazioni. Il mio modello è un centrodestra strutturato come il Partito popolare europeo. Per questo aderirò a Forza Italia, restando nel partito in cui militavo e con cui sono stato eletto” (Daniele Sabatini, consigliere regionale eletto nella lista Pdl).

“Per ora pare che la nuova Forza Italia sarà un partito radicato sul territorio anche se organizzato in modo leggero. Prima di decidere vediamo quindi se la nuova Forza Italia sarà in grado di riequilibrare il rapporto con Roma” (Giuseppe Fraticelli, assessore provinciale).

Quelli che sono ospiti dell’emiciclo di palazzo Gentili. Ben sette pidiellini che hanno preso baracca e burattini e, non scossi da dubbi di sorta, hanno indossato la gualdrappa azzurra bordata dal Tricolore. I loro nomi? Laura Allegrini (già, pure la ex senatrice Lauretta, una vita nel Msi e in Alleanza nazionale), Fabio Bartolacci, Vincenzo Bruni (ex An), Bruno Capitoni, Alessandro Cuzzoli,  Salvatore Serra, Alessandro Cuzzoli che  hanno impalmato Capitoni capogruppo.

Quelli che ha parlato per tutti il Capitoni medesimo per far sapere che la costituzione del gruppo di Fi “speriamo sia il primo passo verso un nuovo percorso politico del territorio e che sia anche uno stimolo per la nuova amministrazione; abbiamo in mente idee e programmi e a giorni li presenteremo”.

Quelli che ancora non hanno fatto sapere in quale formazione si intrupperanno. Ma c’è da scommettere che  attendono con ansia le nuove (?) idee, i nuovi (?) programmi della nuova (?) Forza Italia.

 

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

18   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Maggiorenti fa non stranamente rima con dementi. E comunque (S)Forza Italia, che qualcosa di maleolente e cilindrico alla fine scapperà fuori.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da