22112017Headline:

Santo Sepolcro: quello che c’è da sapere

sacello santo sepolcroIl Centro internazionale di studi sul Santo Sepolcro di Acquapendente organizza il corso di approfondimento su “La cattedrale del Santo Sepolcro di Acquapendente. Luogo di fede, storia e arte”, promosso dal professor Renzo Chiovelli, Presidente del C.I.S.Sa.S., con la collaborazione della parrocchia del Santo Sepolcro, nella persona del parroco Don Enrico Castauro, e del Comune di Acquapendente.

Le lezioni si terranno a partire da oggi e saranno tenute, oltre che dal prof. Renzo Chiovelli, anche dal parroco del Santo Sepolcro, don Enrico Castauro e dall’esperto in comunicazione Cesare Goretti. Prenderanno in esame aspetti noti e meno noti riguardanti la basilica del Santo Sepolcro di Acquapendente e la suggestiva edicola racchiusa entro la sua splendida cripta romanica, importante meta di pellegrinaggio lungo il percorso della Via Francigena, sin dall’alto medioevo.

Verranno affrontati i fatti storici, culturali e di fede legati alla presenza dell’edicola raffigurante la più antica copia rimasta del Santo Sepolcro gerosolimitano, memoria di un più ampio edificio religioso d’epoca ottoniana, oggi scomparso; la preziosa architettura della cripta romanica ad oratorium, una delle più suggestive e meglio conservate dell’intera regione; l’inconsueta e problematica struttura stratificata dell’impianto basilicale tardo medievale della chiesa superiore; l’elevazione a cattedrale dopo le drammatiche vicende che portarono alla distruzione della città episcopale di Castro; le varie trasformazioni, dovute anche ad importanti architetti dell’epoca, subìte dall’edificio tra l’età barocca e l’Ottocento; le problematiche affrontate con le ingenti opere di restauro successive alle distruzioni causate dalla seconda guerra mondiale. Saranno inoltre illustrati gli aspetti legati al culto delle importanti e venerande reliquie che la chiesa custodisce e l’importanza dell’antico monumento nella storia della Chiesa ed in ambito religioso, il tutto illustrato secondo le più attuali forme di comunicazione.

Il corso è rivolto a qualificare ulteriormente, con approfondimenti specifici, soggetti interessati all’attività di guida turistica e di volontariato nel campo dei beni culturali ecclesiastici, ma anche ad informare sul tema in oggetto quanti vorranno partecipare agli incontri, anche per puro scopo culturale personale.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da