22102017Headline:

Sel si prepara al percorso congressuale

Umberto Cinalli

Umberto Cinalli

Sinistra Ecologia Libertà si prepara ad affrontare il proprio percorso congressuale. Una scadenza che deve vedere prima di tutto in uno sforzo organizzativo, per completare il tesseramento e rendere il più partecipata possibile ogni scelta che le iscritte e gli iscritti sono chiamati a compiere.

Sarà un percorso che determinerà il posizionamento strategico di Sel nel confronto politico, a partire dal contrasto al governo delle larghe intese e al dialogo con il PD da una parte e con tutto il mondo delle sinistra dall’altra, guardando anche all’approdo netto nel campo del socialismo europeo. Ma dovrà essere un percorso che parli soprattutto al disagio, alla sofferenza, alla paura presenti nelle persone dentro questa crisi sociale, economica, occupazionale e morale sempre più profonda ed in questo dialogo ricerchi l’incontro con i movimenti, con le forze della cultura, con il mondo dell’associazionismo, insieme ai quali tentare di costruire una alternativa che non si esaurisca nel campo delle alleanze elettorali.

A Viterbo affrontiamo questo percorso in una condizione assolutamente inedita. Sel – in sinergia con la componente civica Viterbo Bene Comune – ha costruito un percorso che l’ha portata ad assumere responsabilità di governo della città. La giunta Michelini e la maggioranza che la sostiene, con tutte le loro contraddizioni e i loro limiti, rappresentano un elemento di rottura di un assetto di potere quasi ventennale. Occorre oggi incalzare questa amministrazione affinché sappia produrre risultati, che non siano un semplice elenco di “cose da fare”, poiché quelle “non fatte” saranno sempre comunque di più, ma che tenti di realizzare un cambiamento culturale nella città.

Per saldare questi percorsi, Sel Viterbo ha ritenuto di giungere all’appuntamento congressuale puntando su un profilo programmatico ancora più netto, che, attraverso qualche assemblea tematica ed in piena sinergia con Viterbo Bene Comune, porti prima del congresso ad una conferenza aperta a tutte le forze che vogliano condividere idee e proposte.

Pensiamo ad un percorso aperto, che Sel auspica partecipato prima di tutto da coloro che ne hanno condiviso l’impegno elettorale, ma anche dalle forze della sinistra che non hanno rappresentanza amministrativa, nonché da parti delle forze di maggioranza che abbiano interesse a condividere la prospettiva del cambiamento.

Quel che è certo è che SEL non potrebbe essere la componente di una vicenda politica che ripiegasse su sé stessa, che non avvertisse l’urgenza di lanciare segnali di cambiamento nelle idee e nelle pratiche, oltre a realizzare iniziative in grado di fornire risposte tangibili, in primo luogo alle aree in cui maggiore sia la fragilità sociale.

Per dare l’avvio a questo percorso è quindi convocata per oggi alle 16,45 una assemblea aperta non soltanto alle iscritte ed agli iscritti, ma anche a elettrici ed elettori, simpatizzanti e tutti coloro condividano le nostre speranze ed attese.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

18   Commenti

  1. Giorgio Molino scrive:

    Brutta, anzi orrenda, però la sinergia di SEL con Filippo Rossi da Trieste e filippini vari e variopinti, caro Cinalli.

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da