21112017Headline:

A palazzo Gentili torna il Linux day

Torna a palazzo Gentili il Linux day. Il tradizionale appuntamento con il software libero si svolgerà sabato prossimo dalle 9 alle 18 nella sala conferenze, in via Saffi. Il Linux day è una manifestazione che ha lo scopo di promuovere il sistema operativo Gnu/Linux e il software libero. È promosso e organizzato dai Lug (Linux user group) italiani e consiste in un insieme di eventi contemporanei organizzati in diverse città italiane. L’edizione viterbese è curata dal Tulug (Tuscia Linux user group) in collaborazione con la Provincia e con il coordinamento territoriale per l’amministrazione digitale della provincia (Comune di Viterbo, Prefettura, Università della Tuscia, Camera di commercio e la stessa Provincia). Il filo conduttore dell’edizione 2013 sarà “L’innovazione di tutti per tutti”: il software libero non è un’alternativa low-cost a quello proprietario, ma fulcro del progresso tecnologico.

“Anche quest’anno la Provincia ospiterà questa importante quanto interessante giornata dedicata all’open source – ha affermato il presidente Marcello Meroi – una grande occasione per tutti, per apprendere nuove nozioni e conoscere questo mondo alternativo che con il passare degli anni sta diventando sempre più una base solida per gli utilizzatori delle tecnologie: dai semplici fruitori giornalieri a aziende e anche pubbliche amministrazioni”.

Chi è interessato a provare Linux o ad installarlo può portare il proprio pc e sarà guidato nelle fasi dell’installazione. In questo caso, oltre a verificare di avere sufficiente spazio nell’hard disk, si suggerisce di fare un backup dei dati ed una deframmentazione.

Policy per la pubblicazione dei commenti

Per pubblicare il commenti bisogna registrarsi al portale. La registrazione può avvenire attraverso i tuoi account social, senza dover quindi inserire ogni volta login e password o attraverso il sistema di commenti Disqus.
Se incontrate problemi nella registrazione scriveteci webmaster@viterbopost.it

Pubblica un commento

Per commentare gli articoli, effettua il login attraverso uno dei tuoi profili social
Portale realizzato da